rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
a scuola / Cenisio Monumentale / Via Mac Mahon

Un altro liceo occupato a Milano: stop alle lezioni al Bottoni

Anche il liceo Manzoni, ieri, è stato occupato. Alcuni ragazzi hanno dormito a scuola stanotte

Nuova occupazione in una scuola di Milano. Dopo il Severi-Correnti, il Virgilio e il Beccaria, per citarne alcuni, stamattina gli studenti hanno occupato il liceo Bottoni di via Mac Mahon. Circa 200 ragazzi non sono entrati nelle rispettive aule, ma sono rimasti nel cortile dell’istituto riunendosi in assemblea con l’obiettivo già annunciato di rimanere a scuola anche di notte. In un comunicato gli studenti spiegano: “Stiamo occupando la nostra scuola per protestare contro questo sistema scolastico e proporre un modello innovativo e differente, del tutto autogestito da noi studenti”. 

I ragazzi del Bottoni si sono detti oppressi e vincolati dal sistema “capitalistico e utilitaristico” e hanno criticato il modello di insegnamento frontale definendolo “alienante”. Anche in questo caso, come nelle occupazioni precedenti, gli studenti hanno chiesto l’introduzione di un supporto psicologico. Grande attenzione anche sulla violenza di genere, per cui vengono chiesti percorso di educazione sessuale. 

Non manca la nota sulla guerra a Gaza e il legame con quanto successo a Pisa: “Al posto di chiedere un immediato cessate il fuoco, il governo tenta di sopprimere la libertà di espressione, attuando azioni di forza contro studentesse e studenti che provano a denunciare le atrocità compiute verso il popolo palestinese dal governo israeliano, definendo tali manifestazioni antisemite”.

Al Manzoni

Anche il liceo Manzoni di via Orazio è stato occupato nella giornata di ieri, 27 febbraio. Questa notte alcuni studenti hanno dormito all'interno dell'istituto. Questa mattina alle 8.45 c'è stata un'assemblea durante la quale i ragazzi hanno deciso di continuare con l'occupazione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un altro liceo occupato a Milano: stop alle lezioni al Bottoni

MilanoToday è in caricamento