rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

"Nessuna nuova occupazione in via Savona", De Corato smentisce

L'assessore alla sicurezza del Comune De Corato ha smentito le voci su una nuova occupazione degli "antagonisti" in via Savona. Il tentativo da parte dei manifestanti sarebbe stato impedito dalla polizia

"I 200 no global che ieri sera hanno inscenato un corteo, dopo lo sgombero di Ripa di Porta Ticinese, non hanno occupato alcuno nuovo stabile. In base alle informazioni della Questura da un immobile privato di via Savona, già precedentemente occupato, sono stati lanciati alcuni oggetti". E' quanto afferma il vicesindaco, Riccardo De Corato, in merito alle notizie circolate su una nuova occupazione, seguita allo sgombero del Centro sociale Laboratorio Zero.

"Il tentativo di accedere all'edificio da parte di alcuni manifestanti è stato impedito dalle forze dell'ordine - ha proseguito De Corato - Che poi qualche simpatizzante abbia poi trovato ospitalità concessa da qualche abusivo è un altro paio di maniche. Attendiamo pertanto che la proprietà faccia querela per procedere anche qui allo sgombero. Attualmente Polizia di Stato e Polizia Locale sono sul posto a presidiare l'area. Già a Milano ci sono 11 stabili pubblici e privati occupati abusivamente dai centri sociali. Non abbiamo bisogno del dodicesimo".

L'assessore alla sicurezza, sempre in merito alla tentata occupazione di un altro edificio comunale in via Savona, prosegue, affermando che: "Il linguaggio della violenza, a braccetto con quello dell'illegalità, non ha dunque portato alcun risultato. E mi auguro che i centri sociali desistano dal ricorrere a quest'arma di ricatto per mantenere l'inaccettabile status quo delle occupazioni abusive. Naturalmente il coacervo di abusivi di questa notte, aderenti al Cox, Cantiere e Corsari, che hanno lanciato oggetti contro le Forze dell'ordine, rovesciato motorini, divelto cartelloni stradali, danneggiato cassonetti, ha operato nel canonico silenzio dei salottieri radical chic della sinistra, sempre pronta a correre in soccorso e a nascondere le loro malefatte".

"Per quanto riguarda gli occupanti dello stabile di Ripa di Porta Ticinese 83 -conclude De Corato - gli abusivi sono stati tutti identificati dalla Polizia di Stato che procederà alle denunce in base all'articolo 633 del codice penale. Il Comune naturalmente chiederà conto dei danni nel processo penale dove chiederà di costituirsi parte civile. Lo stabile è stato lastrato e le rampe di accesso demolite grazie l'intervento del Nuir per impedire ulteriori occupazioni. Domani, con la fine dei lavori, l'edificio sarà completamente reso inaccessibile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Nessuna nuova occupazione in via Savona", De Corato smentisce

MilanoToday è in caricamento