rotate-mobile
Cronaca Cascina Gobba / Via Olgettina

Occupazione università San Raffaele: dopo 17 giorni gli studenti vanno via

Studenti e specializzandi hanno notificato al ministro Profumo la loro intenzione di indire la prossima settimana una manifestazione a Roma

Gli studenti, laureati, specializzandi e dottorandi in medicina dell'università Vita e Salute San Raffaele di Milano hanno deciso di sciogliere l'occupazione del rettorato, iniziata circa due settimane fa, e annunciano azioni legali contro chi non ha avuto tutela della loro formazione. E' quanto fanno sapere i loro rappresentanti in una nota.

"Nonostante più di due settimane di occupazione del rettorato per sollecitare l'accettazione dell'accordo delineato dal Ministro dell'Istruzione - spiegano - tra le due parti in causa, cioé l'Università gestita dall'associazione Monte Tabor, e l'ospedale San Raffaele gestito dal Gruppo Rotelli, le nostre istanze sono state ignorate".

Sono state invece intraprese azioni, rilevano, "estremamente gravi, da parte della presidente del Cda universitario, e dall'associazione Monte Tabor". Il riferimento è alla proposta di aprire un nuovo tavolo di trattative, "mettendo in ombra il piano di accordo proposto dal Ministro Profumo, l'elezione a nuovi membri del Cda universitario di due 'fedelissimi' dell'Associazione Monte Tabor, Don Paolo Natta e Nicola Molin Pradel, blindando così la maggioranza nelle mani dell'Associazione. E infine la proposta di convocare il prossimo Cda al 20 marzo, oltre cioé la data ultima fissata dal Ministero per la presentazione dei corsi accademici, che è il 18 marzo".

A fronte di questa situazione, studenti e specializzandi hanno notificato al ministro Profumo la loro intenzione di indire la prossima settimana una manifestazione a Roma, in cui fargli incontrare una loro delegazione, sciogliere l'occupazione del Rettorato, "stanchi e offesi per l'indifferenza al nostro disagio manifestata dai destinatari della protesta, che coi loro gesti stanno decretando la fine di uno degli atenei più prestigiosi d'Italia", e deciso di preferire "alle forme pacifiche di contestazione la messa in atto di azioni legali".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Occupazione università San Raffaele: dopo 17 giorni gli studenti vanno via

MilanoToday è in caricamento