rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

Lotta più dura contro le occupazioni abusive e sostegno sugli affitti

Dopo la sentenza Moreschi si moltiplicano i commenti politici e le proposte per combattere il racket nel settore casa. I vicesindaco De Corato: "Segnale di resa della giustizia". Zambetti: "Il Fondo sostegno affitti deve diventare più agevole"

Dopo la sentenza di assoluzione di Omar Moreschi, ritenuto dall'accusa esponente di spicco del racket delle occupazioni abusive di alloggi popolari in via Padre Luigi Monti,  le polemiche e le proposte per cambiare il clima di illegalità che regna nel settore "casa" non hanno tardato ad arrivare. "Questa sentenza è un segnale di resa della giustizia di fronte al racket delle occupazioni abusive: mi domando come si faccia a parlare di inerzia del Comune".

Questo il commento del vice Sindaco e assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato, dopo la sentenza emessa dal Tribunale a carico di Omar Moreschi, assolto dall'accusa di racket delle occupazioni abusive. "Se il buongiorno si vede dal mattino - prosegue De Corato - nutriamo forti timori per il procedimento a carico dei maggiori boss di via Monti ovvero la "signora Gabetti' e la figlia. Prendiamo atto della decisione del Tribunale, che riteniamo un incidente di percorso, ma ci aspettiamo esito diverso per gli imputati Giovanna Pesco e Anna Cardinale: combattere il racket é il primo imperativo, ma serve fermezza anche nel contrasto alle occupazioni abusive, che danno la materia prima all'attecchimento del racket".

"Purtroppo i numeri della giustizia ci dicono che di fronte a questo reato la mano è sempre stata leggera - conclude il vicesindaco - Su 662 procedimenti al vaglio della Magistratura dal 2005, 216 hanno portato ad assoluzioni e archiviazioni, solo 153 a condanne e 293 sono ancora in corso. E ci sono ancora 427 processi pendenti".

SOSTEGNO AFFITTI. La partecipazione ai bandi per il Fondo sostegno affitti deve diventare sempre più agevole e accessibile per i cittadini. E' intorno a questa consapevolezza che si è sviluppato, ieri, nella sede dell'assessorato alla Casa della Regione Lombardia, il confronto tra gli attori che partecipano al Tavolo permanente sulla Casa (tra cui anche i sindacati degli inquilini).

Proprio per camminare su questa strada, l'assessore lombardo, Domenico Zambetti, ha ribadito l'importanza di mantenere costanti i termini per la presentazione delle domande di contributo (di norma dal 1 luglio al 15 ottobre di ogni anno) e ha rinnovato l'impegno a integrare lo stanziamento regionale delle risorse su questo capitolo. "Regione Lombardia - ha precisato Zambetti - continuerà a mettere in atto ogni sforzo per garantire continuità di servizio in materia di sostegno economico ai nuclei familiari che si trovano in difficoltà nel pagamento dei canoni di locazione". Al centro dell'incontro c'era anche il provvedimento che riguarda i criteri e gli indirizzi per determinare il fabbisogno finanziario per il riparto ai Comuni del Fondo statale e regionale per integrare i canoni di locazione per l'anno 2010.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta più dura contro le occupazioni abusive e sostegno sugli affitti

MilanoToday è in caricamento