menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Uccise l'amico che voleva salvarlo da suicidio: condannato

Era partito un colpo con l'arma che lui voleva usare per spararsi. Ha patteggiato due anni e sei mesi per omicidio colposo

Uccise l'amico che era venuto a farlo desistere da un tentativo di suicidio. Ora è stato condannato per omicidio colposo: ha patteggiato davanti al gip una pena di due anni e sei mesi di reclusione. G.M., allora 19enne, il 16 novembre 2011 voleva togliersi la vita per una delusione sentimentale: aveva chiamato la sua ex ragazza che, preoccupata, aveva avvertito alcuni amici, accorsi nella notte in motorino a casa del giovane, a Bottedo di Lodi.

Uno degli amici, Luigi Villa, suo coetaneo, vedendo che l'amico aveva una pistola (sottratta al padre), gli aveva afferrato un braccio. Ma era partito un colpo che lo ha colpito uccidendolo immediatamente.

La pena è stata sospesa perché l'imputato ha meno di 21 anni. Il padre è stato indagato per omessa custodia della pistola.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento