Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca Sempione / Via Luca Comerio

Omicidio Marzio Colturani: cassazione annulla tre sentenze

Troppo complicato stabilire chi abbia ucciso il medico milanese nel 2007: altri tre stanno scontando il carcere

Marzio Colturani

Troppi killer per un delitto: così la cassazione ha annullato (con rinvio all'appello) quattro condanne per l'omicidio di Marzio Colturani, medico milanese, del 13 novembre 2007 in via Comerio. Per quell'omicidio sono stati via via coinvolti alcuni cittadini moldavi, a partire dalla domestica del medico, Tatiana Mitrean, condannata a 16 anni come basista, e il suo compagno Vasile Coceban, nel frattempo tornato in patria e lì condannato a 17 anni per omicidio non volontario.

Il gruppo di assassini si compone in realtà anche di altre persone, a loro volta condannate. Dunque non è chiaro, secondo la prima sezione della cassazione, chi effettivamente abbia partecipato all'azione delittuosa. Colturani venne legato insieme al figlio mentre la banda razziava la casa, ma mentre il figlio riuscì a liberarsi, l'anziano medico morì soffocato.

La confessione di Coceban ha permesso di individuare e condannare altri membri della banda: il reo confesso C.P., 27 anni di reclusione già definitivi, e A.P., che viene processato in questi mesi alla corte d'assise.

Che fare quindi delle altre quattro condanne? Come riferisce il Giorno, la cassazione ha deciso di rimandare all'appello quelle di V.C., A.B. e I.P., mentre il quarto, S.D., riconosciuto peraltro dal figlio di Colturani, si è tolto la vita nel carcere di Opera mentre scontava 24 anni e mezzo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Marzio Colturani: cassazione annulla tre sentenze

MilanoToday è in caricamento