Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Ammazzato in discoteca, 26 anni di galera per i presunti assassini

La prima Corte d'Assise di Milano ha condannato a 26 anni di carcere tre giovani cinesi accusati di aver ucciso un connazionale all'interno della discoteca milanese Parenthesis

Mano pesante per i presunti autori di un efferato omicidio due anni fa. La prima Corte d'Assise di Milano ha condannato a 26 anni di carcere, infatti, tre giovani cinesi accusati di aver ucciso un connazionale all'interno della discoteca milanese Parenthesis, il 24 febbraio 2009.

Il delitto era stato "pensato", sembra, nell'ambito di una spedizione punitiva per il controllo dello spaccio della chetamina, droga molto in voga in alcuni gruppi di ragazzi cinesi.

La Corte ha condannato anche un altro imputato a 23 anni, mentre ha assolto altri 4 cinesi, anche loro accusati di concorso nell'omicidio. Il 5 marzo 2010 con rito abbreviato erano state emesse altre 9 condanne fino a 20 anni di reclusione per altrettanti imputati sempre accusati, stando alle indagini dei pm di Milano Silvia Perrucci e Angelo Renna, dell'uccisione. Oggi, in particolare,é stato condannato a 26 anni il mandante dell'omicidio, Guojun F.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ammazzato in discoteca, 26 anni di galera per i presunti assassini

MilanoToday è in caricamento