Cronaca Via Milano

Omicidio di Garlasco: Alberto Stasi si consegna nel carcere di Bollate

Sabato mattina Stasi si è costituito, accompagnato dalla madre, al carcere di Bollate (Milano), considerato uno dei migliori penitenziari d'Italia.

La coppia

La Cassazione ha scritto la parola fine sul processo per l'omicidio di Chiara Poggi e ha confermato la condanna a 16 anni di Alberto Stasi, fidanzato della vittima.

La condanna ha confermato la pena inflitta dalla corte d'appello di rinvio di Milano ed è diventata così definitiva. Chiara Poggi venne uccisa dopo essere stata ripetutamente colpita con un'arma contundente nella casa in cui viveva con i genitori a Garlasco, in provincia di Pavia, il 13 agosto del 2007. Aveva 26 anni. "Giustizia è stata fatta. Siamo emozionati". Sono queste le prime parole pronunciate da Rita e Giuseppe Poggi, genitori di Chiara, dopo la sentenza della Cassazione.

Il collegio della Suprema corte ha rigettato tutti i ricorsi presentati dalle parti avverso la sentenza di appello bis. Stasi é stato condannato anche al pagamento delle spese processuali alla parte civile: 10mila euro al fratello di Chiara, Marco, e 22mila euro ai genitori della ragazza.

Sabato mattina Stasi si è costituito, accompagnato dalla madre, al carcere di Bollate (Milano), considerato uno dei migliori penitenziari d'Italia. La decisione era già stata maturata con i suoi legali prima della sentenza. L'iter, infatti, permette anche che il condannato si presenti spontaneamente in carcere dove viene trattenuto in attesa dell'arrivo dell'ordine d'esecuzione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio di Garlasco: Alberto Stasi si consegna nel carcere di Bollate

MilanoToday è in caricamento