menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Stefano Savasta, il presunto mandante dell'omicidio

Stefano Savasta, il presunto mandante dell'omicidio

Imprenditore ucciso a picconate, chiesti 20 anni per Savasta

Stefano Savasta è accusato di aver fatto uccidere, a picconate, il "rivale in amore" Stefano Cerri, prelevato dalla sua azienda e mai più ritrovato

Il pubblico ministero di Milano, Antonio Sangermano, ha chiesto l'ergastolo più 20 anni di reclusione per Stefano Savasta, l'imprenditore accusato di essere stato il mandante dell'omicidio di Stefano Cerri, suo "rivale in amore" scomparso il 10 dicembre del 2008.

Chiesto l'ergastolo anche per i tre dominicani accusati a vario titolo di essere stati da lui ingaggiati. Stando alle indagini, Cerri venne prelevato fuori dalla sua ditta il 10 dicembre del 2008, caricato su un furgone e ucciso a picconate.

"Vergogna, vergogna, vergogna - ha detto nella sua requisitoria il pm  - e chi si deve vergognare di più è Savasta che aveva le potenzialità per cercare un limite e si è fatto precipitare in una spirale di violenza".

Stando alla ricostruzione dell'accusa l'imprenditore Savasta é il mandante dell'omicidio di Sfefano Cerri, che sarebbe stato prelevato fuori dalla sua azienda, in via Gratosoglio a Milano, portato "forzosamente" all'interno di un furgone, quindi ammazzato. Il cadavere, che non è mai stato ritrovato, sarebbe stato fatto sparire.

Dal 10 dicembre del 2008 di Cerri, all'epoca dei fatti 47enne, non si sa più nulla. Cerri "non è andato via volontariamente - ha sottolineato il pm nelle battute finali della sua requisitoria - è stato ucciso a picconate da questi assassini".

Nel corso del lungo intervento, iniziato ieri davanti ai giudici della prima corte d'assise di Milano, Sangermano ha ripercorso tutte le "scansioni" che hanno portato all'impianto accusatorio, dall'analisi dei tabulati alle dichiarazioni fornite dai testimoni, quindi descrivendo parlando Savasta "violento e vendicativo" e "furbo". In carcere, non impreca spiega il pm "ordisce pianificazione minatorie". Savasta è ai domiciliari dal dicembre scorso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione, la decisione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

  • Sport

    Il nuovo logo dell'Inter

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento