menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sul luogo del delitto (foto Mesa/MilanoToday)

Sul luogo del delitto (foto Mesa/MilanoToday)

Il commerciante di tappeti ucciso con molti colpi in testa

Effettuata l'autopsia sul cadavere dell'uomo ucciso in piazza Tripoli: ci sarebbe stata anche colluttazione e l'uomo avrebbe cercato di difendersi

A uccidere il commerciante iraniano di tappeti sono stati svariati colpi alla testa, molto violenti. Parviz Gorjian, 79enne trovato morto nel magazzino di piazza Tripoli, è stato colpito con un oggetto contundente, sia davanti sia dietro al capo. E' l'esito dell'autopsia svolta mercoledì 18: conferma le ipotesi e le risultanze degli investigatori fin dai primi momenti dal ritrovamento del cadavere.

Secondo i medici legali, l'arma è probabilmente un bastone o un tondino, ma anche un soprammobile. Non una spranga, perché i segni sarebbero stati più evidenti. Un'altra risultanza dell'autopsia è che nessuno di questi colpi sarebbe stato in sé letale: la morte si è prodotta per l'estrema gravità del danno alle ossa della testa. Infine, la colluttazione sarebbe durata parecchio e la vittima si sarebbe difesa: secondo i medici questo è testimoniato dal rinvenimento di vari graffi in altre parti del corpo, come le braccia.

La scientifica dei carabinieri intanto sta lavorando sulle tracce lasciate dal killer sulla scena del delitto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento