Sventrò la fidanzata con coltello da sushi, rimane in carcere

Rigettato l'affidamento in prova ai servizi sociali per Ruggero Jucker, che 9 anni fa squartò la fidanzata di 26 anni in bagno con un coltello

Jucker portato in questura nel 2002 (foto Tm News/Infophoto)

I giudici del Tribunale di Sorveglianza di Milano hanno rigettato la richiesta di affidamento in prova ai servizi sociali di Ruggero Jucker, l'ex imprenditore che il 20 luglio del 2002 massacrò con un lungo coltello da sushi la fidanzata Alenja Bortolotto, di appena 26 anni. Jucker, 45enne, nei giorni scorsi aveva in sostanza chiesto di scontare fuori dal carcere, affidato ai servizi sociali, il residuo pena rimasto. Una richiesta per cui è arrivato il no dei magistrati di Sorveglianza.

Jucker uccise Alenja Bortolotto, studentessa universitaria, nove anni fa. La notte tra il 19 e 20 luglio del 2002, all'interno del bagno del suo appartamento del centro di Milano, senza che la giovane avesse via di fuga. Poi corse in strada gridando frasi sconnesse. Alenja fu colpita 22 volte con un lungo coltello da sushi e poi fu sventrata. L'uomo venne condannato in primo grado a 30 anni di carcere in abbreviato, che in appello divennero però 16 (i giudici accolsero l'accordo raggiunto tra il sostituto procuratore generale e i difensori).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A questi anni si è applicato, tra l'altro, l'indulto. A meno di tre anni dalla fine della pena, nei giorni scorsi l'ex imprenditore ha dunque avanzato la richiesta della misura alternativa. L'affidamento in prova nella pratica si realizza con una serie di prescrizioni orarie da seguire e colloqui periodici con gli assistenti sociali, di fatto il tutto fuori dal carcere. Una misura discussa nel corso dell'udienza al Tribunale di Sorveglianza lo scorso 7 febbraio e a cui la Procura generale si era opposta, dando parere negativo. Ora anche i giudici hanno detto no (fonte: ansa).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La provocazione di Cracco in Galleria (Milano): ai suoi clienti solo mezza pizza

  • L'anziana che ha "truffato" i truffatori: così una 87enne ha fatto arrestare la "nipote" a Milano

  • Trovato morto a 47 anni Alessandro Catone, il "Porco schifo" di YouTube

  • Il maltempo fa paura: "Forti temporali in arrivo, fino a 150mm di acqua in 6 ore" (Poi la grandine)

  • Milano, ecco lo store di Off-White in pieno centro: è il brand per cui tutti si mettono in fila

  • Milano: folle fuga dei rapinatori contromano, i poliziotti li prendono a schiaffi e calci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento