Omicidio a Milano, donna sgozzata all'alba: la telecamera del parco "non funzionava"

Sarebbe stata puntata in alto e non avrebbe ripreso la violenza. Proseguono le indagini

La scena del delitto (foto Guarino)

Proseguono le indagini della squadra mobile della questura per dare un volto all'assassino di Marilena Negri, la donna di 67 anni sgozzata giovedì mattina nel parco di Villa Litta a Milano, a poche centinaia di metri dalla sua abitazione di via Novaro. Ma, secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, l'unica telecamera installata all'interno dell'area verde era sì in funzione, ma sarebbe stata  puntata in alto: sui tetti e i giardinetti. Tradotto? Non avrebbe ripreso la scena della violenza.

L'immagine dell'aggressore, tuttavia, sarebbe stata registrata da altri impianti di videosorveglianza della zona, ma la telecamera del parchetto avrebbe potuto dare un'immagine più nitida dell'assassino. Il killer, secondo quanto emerso, sarebbe un uomo di carnagione chiara e forse dell'Est Europa. Avrebbe dei punti di contatto con la descrizione fornita da una neomamma rapinatata con un coltello tra via Enrico Fermi e via Vincenzo da Seregno. E avrebbe gli stessi lineamenti del balordo che ha rapinato e violentato una ragazza all'uscita dell'ospedale Niguarda. 

In entrambi gli episodi il malvivente era armato di coltello e lo ha premuto sulla gola delle vittime. Un modus operandi violento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo le ipotesi investigative degli inquirenti Marilena sarebbe stata uccisa durante una rapina. A rafforzare quest'ipotesi il fatto che la borsetta della donna fosse praticamente vuota — chiavi di casa e fazzoletti a parte — anche se non è chiaro se con sé la donna avesse del denaro o alcun altro bene di valore visto che, per esempio, aveva lasciato anche il cellulare a casa. All'appello, però, mancherebbe una catenina che la vittima portava sempre al collo e che finora non è stata trovata dagli investigatori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Offerte di lavoro, Esselunga cerca dipendenti e assume: ecco come candidarsi

  • Autostrade, confermato lo sciopero domenica 9 e lunedì 10 agosto: le cose da sapere

  • Milano, paga 15 euro ed esce dall'Esselunga con 583 euro di spesa: "Sono sudcoreana"

  • Disavventura per una famiglia di Milano, trova la casa delle ferie devastata e occupata

  • Milano, violenta rissa in strada: il video choc dei residenti che seguono tutto dalle finestre

  • Bollettino coronavirus Milano: trovate altre 16 persone infette, risalgono i ricoveri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento