Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca Porta Venezia / Via Bernardino Ramazzini

Donna uccisa, Apple non rivela la password dell'Iphone

L'azienda californiana vuole un ordine del giudice, ma in Italia un giudice non può impartirlo: spetterebbe ai pm

Il luogo dell'omicidio

Non si è ancora risolto il giallo della morte di Nicoletta Figini, 55 anni, uccisa a casa sua e trovata legata con nastro adesivo. Gli investigatori sono ora alle prese con il suo smartphone, un Iphone 5 che non riescono a "violare" perché protetto dalla password per sbloccare l'apparecchio. Password che nesssuno riesce a sbloccare. 

La procura di Milano si è attivata direttamente con la Apple, che però - per accontentare gli investigatori - vuole che il telefono venga spedito nella sede centrale in California e che ci sia un ordine del giudice. In Italia, però, il giudice non può emettere questo ordine: semmai, può farlo un pm. Negli Stati Uniti, poi, secondo quanto riporta il "Corriere", un simile ordine può essere impartito soltanto con indizi concreti, ipotesi "realistiche", non preventivamente.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna uccisa, Apple non rivela la password dell'Iphone

MilanoToday è in caricamento