Cronaca Lorenteggio / Piazzale Tripoli

Omicidio commerciante in piazza Tripoli a Milano: killer condannato a morte in Egitto

Secondo le indagini, Attia scappò in Egitto dopo l'omicidio del 12 settembre di cinque anni fa

L'uomo

In Egitto è stato condannato a morte un egiziano accusato di aver ucciso un anziano commerciante di tappeti di origine iraniana trovato morto nel settembre 2013 nel suo ufficio-magazzino a Milano, in piazzale Tripoli.

La condanna è stata inflitta a Mohamed Attia Raafat dalla Corte d'assise di Zagazig, a nord del Cairo, ed è stata sposata la tesi della rapina sfociata nell'omicidio di Parviz Gorjian.

Mohamed Attia, oggi 32enne, era già stato condannato all'ergastolo in contumacia l'anno scorso dalla prima corte d'assise di Milano. La condanna in Egitto è di primo grado ed è appellabile direttamente in Cassazione.

Secondo le indagini, Attia scappò in Egitto dopo l'omicidio del 12 settembre di cinque anni fa. Nel fuggire prese alla vittima cellulare e portafogli e fu arrestato solo il 16 novembre dell'anno dopo. A suo discolpa, l'imputato ha sostenuto di aver colpito Gorjian in una colluttazione innescata da minacciose profferte omosessuali fatte dalla vittima.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio commerciante in piazza Tripoli a Milano: killer condannato a morte in Egitto

MilanoToday è in caricamento