menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il presunto killer (foto Mesa Paniagua)

Il presunto killer (foto Mesa Paniagua)

Omicidi a Quarto Oggiaro: arrestato killer dei fratelli Tatone

Un uomo, Antonino Benfante, è stato arrestato dalla Polizia a Milano

Un uomo, Antonino Benfante, è stato arrestato dalla Polizia a Milano con l'accusa di essere l' esecutore materiale dei tre omicidi avvenuti in due occasioni a Quarto Oggiaro, periferia di Milano, in ottobre, quando furono ammazzati prima Emanuele Tatone e Paolo Simone e poi Pasquale Tatone, fratello di Emanuele.

Benfante, 50 anni, originario di Palermo ma residente da anni nel milanese, è un pregiudicato per traffico di droga. Era uno dei principali sospettati, ed è stato tra le venti persone interrogate nei giorni dopo gli omicidi. Era stato scarcerato da poco.

Nel 1994 Benfante, allora 31enne, era stato arrestato dalla polizia durante un maxi blitz a Quarto Oggiaro, che aveva portato in tutto a una settantina di arresti smantellando un'organizzazione capillare dedita allo spaccio di droga soprattutto nel quartiere ma anche nel primo hinterland del nord-ovest. Secondo le accuse del tempo, Benfante si posizionava subito al di sotto della "cupola di Quarto Oggiaro". All'epoca era stata coinvolta anche la moglie. A Benfante era stata sequestrata, tra l'altro, la villa-bunker di Paderno Dugnano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento