Sabato, 20 Luglio 2024
La decisione

Perizia psichiatrica su Impagnatiello, poi la sentenza

Nominati i periti e i consulenti

Entro metà ottobre sarà depositata la perizia psichiatrica su Alessandro Impagnatiello, reo confesso dell'omicidio della compagna Giulia Tramontano, incinta di Thiago. La perizia valuterà la capacità di intendere e di volere dell'omicida. La sentenza è attesa a novembre. Lo ha reso noto la Corte d'Assise di Milano che ha conferito, giovedì 27 giugno, ai periti l'incarico di stabilire se l'uomo fosse capace di intendere e di volere nel momento dell'omicidio, se la capacità fosse diminuita e se Impagnatiello sia un soggetto pericoloso socialmente. 

A occuparsi della perizia saranno Gabriele Rocca e Pietro Ciliberti, mentre la procura ha nominato Ilaria Rossetto e la parte civile ha nominato due consulenti di parte, i cui nomi non sono stati resi noti; nessun consulente è stato nominato dalla difesa di Impagnatiello.

L'uomo è imputato di omicidio volontario pluriaggravato, occultamento di cadavere e procurato aborto. La sentenza nei suoi confronti è attesa per il mese di novembre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perizia psichiatrica su Impagnatiello, poi la sentenza
MilanoToday è in caricamento