Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca San Donato Milanese

Omicidio suicidio a Borgarello: strangola la colf 28enne nella sua villetta, poi si uccide

Il presunto killer, che poi si è ucciso, è un 48enne di San Donato Milanese. I fatti

L'avrebbe soffocata all'alba. Poi, qualche ora dopo, si sarebbe ucciso con un colpo di pistola. Omicidio suicidio domenica a Borgarello, paesino di poco più di duemila anime a nord di Pavia, dove un uomo di quarantotto anni - Enrico Lanati, imprenditore di San Donato Milanese - avrebbe ucciso la giovane Mileidy Canales, una cubana di ventotto anni, prima di suicidarsi. 

Teatro del dramma è stata la villetta di via Leonardo da Vinci del 48enne, dove la giovane sembra lavorasse come colf, anche se non è escluso che tra i due ci fosse anche un rapporto sentimentale. 

L'allarme è scattato nel primo pomeriggio, quando - almeno secondo le prime informazioni - un familiare della vittima sarebbe andato a cercarla proprio nella villetta perché non riusciva a mettersi in contatto con lei. Lì, nella stanza da letto, l'uomo ha poi trovato il cadavere di Mileidy - che a lungo aveva vissuto a Buccinasco - che sarebbe morta per strangolamento.

Così è immediatamente iniziata la caccia all'uomo, che però è stata vana. Lanati, che si era trasferito da San Donato a Borgarello un anno fa, è stato infatti trovato morto poco dopo nelle campagne nei pressi di Borgarello. L'uomo, che avrebe anche mandato un messaggio alla sorella per chiedere "scusa", si sarebbe suicidato con un colpo di pistola. 

Al lavoro sull'omicidio suicidio ci sono i carabinieri, che stanno cercando di ricostruire con esattezza il rapporto tra i due e, soprattutto, di capire cosa sia successo nelle ultime ore prima della tragedia. Sembra, dai primi accertamenti, che sabato sera nella villa ci fosse stata una festa. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio suicidio a Borgarello: strangola la colf 28enne nella sua villetta, poi si uccide

MilanoToday è in caricamento