menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Uccide la moglie malata e poi si ammazza: dramma a Paderno

Un ex gioielliere in pensione ha ucciso la moglie malata, nella clinica dove era ricoverata, a colpi di pistola, e subito dopo si è sparato uccidendosi di fronte al corpo di lei

Un ex gioielliere in pensione, Giancarlo Bocciarelli, ha ucciso la moglie malata, Anna Pirotta, nella clinica dove era ricoverata, a colpi di pistola, e subito dopo si è sparato uccidendosi di fronte al corpo di lei (la dinamica).

E' accaduto a Paderno Dugnano, nel Milanese. L'arma usata era da lui regolarmente detenuta.

Secondo le prime informazioni, l'uomo era da tempo molto prostrato per le condizioni della moglie (non gravissime), a cui era molto legato.

Intorno alle 11.30 di giovedì 2 gennaio è quindi andato nella struttura dove la donna era ricoverata, una residenza sanitaria per anziani dove si trovava da due mesi per un'ischemia cerebrale.

Una volta nella stanza della donna, il marito ha estratto la pistola, una '38 special' che deteneva regolarmente dai tempi in cui faceva il gioielliere, e ha sparato due colpi al petto della moglie. Subito dopo ha rivolto l'arma verso se stesso, facendo fuoco una terza volta, alla tempia.

"La paziente non era in pericolo di vita. Si stava riabilitando, era cosciente e vigile. E il marito le portava ogni giorno fiori e caffè": lo ha detto Eugenio Vignati il direttore sanitario della Rsa di Paderno Dugnano commentando l'omicidio-suicidio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione, la decisione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

  • Sport

    Il nuovo logo dell'Inter

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento