Cronaca

Tragedia a Vellezzo Bellini, uccide il padre gravemente malato e lo veglia per giorni

Il dramma scoperto dall'altro figlio che, non avendo più notizie dei congiunti da diversi giorni, si è precipitato nell'abitazione

Assume contorni drammatici la vicenda dell'anziano di 76 anni, gravemente malato, trovato morto nel suo appartamento di Giovenzano, frazione di Vellezzo Bellini (Pavia). I carabinieri hanno fermato il figlio di 37 anni, fortemente sospettato di avere ucciso il padre. Le indagini, comunque, proseguono per fare piena luce sul caso.

Era stato il figlio maggiore, domenica pomeriggio, a lanciare l'allarme: si era recato nell'abitazione di Giovenzano (un piccolo centro situato sulla Sp 35 tra Casarile e Certosa di Pavia) perché da qualche giorno non aveva più notizie del fratello e del padre, e ha scoperto il cadavere del genitore. 

Sul posto erano arrivati i carabinieri per gli accertamenti. Si era fatta subito strada l'ipotesi che l'omicidio fosse avvenuto per mano del figlio, a lungo sentito dai militari prima del fermo. Il 37enne (un incensurato) aveva dedicato la sua vita quotidiana per intero ad accudire il padre, non più autosufficiente. Per questo l'uomo aveva rinunciato a lavorare e ad avere una vita propria. 

La probabile causa della morte, secondo quanto riferiscono i carabinieri, sarebbe stata una forte pressione sulle vie respiratorie dell'anziano, già provate dalla malattia. Si ipotizza un gesto dettato da un raptus. L'omicidio sarebbe avvenuto non meno di cinque giorni fa e il 37enne avrebbe poi vegliato sul cadavere del padre. L'uomo è stato recluso nel carcere di Pavia in attesa della decisione dell'autorità giudiziaria. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia a Vellezzo Bellini, uccide il padre gravemente malato e lo veglia per giorni

MilanoToday è in caricamento