menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Viale Bligny 42, il "fortino"

Viale Bligny 42, il "fortino"

Donna uccisa dal fidanzato: era stata gravemente ferita nel "fortino" di Bligny 42

L'episodio nel 2006: un marocchino tentò di violentarla, poi uccise un tunisino che aveva preso le difese di lei e la ferì gravemente con tre coltellate

Sonia Trimboli, la donna di 42 anni uccisa dal fidanzato domenica pomeriggio nell'appartamento di lui, in via della Commenda, era rimasta ferita il 28 maggio 2006 nel cosiddetto "fortino" di viale Bligny 42, non lontano da dove la donna risiedeva, durante un alterco in cui trovò la morte il 26enne tunisino Adel Ben Boughani, soprannominato "Adam".

Secondo gli inquirenti che condussero le indagini, quella sera Sonia si era recata nel "fortino" per acquistare cocaina da un marocchino, Said El Harti. Nell'appartamento i tre, insieme, avevano fumato cocaina. Poi Adel si era allontanato momentaneamente e Said aveva cercato di violentare Sonia. Ma Adel era tornato e aveva preso le difese della donna ingaggiando una colluttazione. A quel punto Said aveva estratto un coltello uccidento Adel e ferendo con tre coltellate Sonia. Pochi giorni dopo il marocchino era stato arrestato in provincia dell'Aquila.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento