rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca Lorenteggio / Via Vincenzo Maria Coronelli

Omicidio a Milano: uccide sua moglie con 23 coltellate, poi va al bar a giocare alle slot

La confessione di Luigi Messina, l'assassino della cinquantenne Rosanna Belvisi. I fatti

Ventitré coltellate sferrate con violenza, ferocia. Il corpo martoriato abbandonato in camera da letto. Il giro nel quartiere, con buona probabilità, fatto per costruirsi un alibi. Quindi, l’allarme al 118, ormai inutile. 

È completo il puzzle dell’omicidio di via Coronelli, zona Lorenteggio a Milano, costato la vita alla cinquantenne Rosanna Belvisi. A uccidere la donna, dipendente Inps, è stato suo marito, il cinquantatreenne Luigi Messina, ex guardia giurata attualmente disoccupato. 

A dare l’allarme, verso le 15, è stato proprio l’uomo, che al telefono coi soccorritori di Areu ha raccontato di aver trovato la porta di casa aperta e di aver visto il cadavere di sua moglie in camera da letto. Il suo racconto, però, ha da subito insospettito gli agenti della Squadra mobile, che lo hanno messo sotto torchio e nella notte lo hanno fatto confessare davanti al pm Gaetano Ruta e al procuratore aggiunto Alberto Nobili, che ne hanno disposto il fermo per omicidio. 

Omicidio in via Coronelli - B&V Photographers

È stato lui stesso, poi, a ricostruire cosa era accaduto davvero in quella casa al civico 11 di via Coronelli, dove Rosanna aveva lavorato come portiera.

Il dramma si è consumato in mattinata, verso le undici, quando marito e moglie hanno iniziato a litigare e la donna ha rinfacciato all’assassino una sua relazione extraconiugale dalla quale era nato un bimbo che oggi ha tre anni. A quel punto - secondo quanto raccontato da Messina - la vittima avrebbe cercato di colpirlo e lui avrebbe reagito impugnando un coltello. Uno, due, ventitré fendenti sul corpo della moglie, quasi sgozzata dalla forza dei colpi

Quindi, il cinquantatreenne - di origini siciliane come la donna - è andato in via Parenzo, dove - come ha ammesso lui stesso - si è liberato dell’arma del delitto e dei suoi abiti insanguinati, trovati in un cestino e in un boschetto. A incastrarlo, però, ci hanno pensato alcuni fazzoletti sporchi di sangue, che ha usato dopo il delitto per curare alcune ferite superficiali e che ha lasciato in una pattumiera vicino al luogo dell’omicidio. 

A nulla è valso neanche il suo tentativo estremo di costruirsi un alibi, facendosi vedere in giro per il quartiere - in un bar, in una sala slot e in un supermercato - prima di dare l’allarme, circa quattro ore dopo l'omicidio. 

Quella tra Rosanna e Luigi - che hanno una figlia ventenne, che tra pochi giorni avrebbe dovuto sposarsi - era una storia che andava avanti ormai da oltre venti anni, non senza momenti difficili. Nel ’95, hanno accertato gli uomini della Mobile diretti da Lorenzo Bucossi, la cinquantenne era stata ricoverata per una coltellata alla schiena, ma il marito non ha mai confessato né lei lo ha mai accusato. E, secondo alcune testimonianze, le violenze domestiche andavano avanti ormai da tempo, perché lui era geloso di un uso - a suo modo di vedere eccessivo - che la moglie faceva dei social. 

E ancora, a novembre scorso polizia e carabinieri erano intervenuti proprio nella casa che sarebbe diventata trappola mortale per Rosanna per alcune liti tra lui e l’uomo.

Domenica 15 gennaio, poi, il giorno dopo il ritorno da Pantelleria - dove la coppia aveva passato un mese di vacanza - il drammatico epilogo. Così come drammatico era stato l’omicidio di Tiziana Pavani, la cinquantaquattrenne uccisa giovedì scorso in casa sua da un amico che lei stessa aveva aiutato e salvato dal suicidio

“Questi due omicidi di genere sono un campanello di allarme - l’amara constatazione del Questore, Antonio De Iesu -. Non basta la nostra risposta, bisogna anticipare, sensibilizzare le donne, favorire la cultura della denuncia e avere il coraggio di affidarsi ai centri anti violenza. L’importante - ha concluso - è che la donna si affranchi da questa spirale di violenza e sia aiutata”. 

Milano, donna trovata morta in casa con ferite alla testa - Foto B&V

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio a Milano: uccide sua moglie con 23 coltellate, poi va al bar a giocare alle slot

MilanoToday è in caricamento