menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La conferenza stampa in questura (foto Mesa Paniagua)

La conferenza stampa in questura (foto Mesa Paniagua)

Duplice omicidio di via Muratori, chi sono i killer

Ecco i due fermati per l'omicidio dei coniugi Spelta: confermata l'ipotesi, all'origine questioni relative al traffico di droga

Confermata la pista del traffico di droga per il duplice omicidio di Massimiliano Spelta e Carolina Poyano in via Muratori, avvenuto a settembre 2012. I due responsabili, fermati nella notte tra il 25 e 26 settembre 2013, sono Mario Maffodda, 54 anni, reo confesso, e Carmine Alvaro, 41 anni, che si trovava già ai domiciliari. Insieme avrebbero sparato quella sera.

L'ipotesi investigativa è che la coppia uccisa attendesse il pagamento di 40 mila euro per una partita di cocaina portata dall'America Latina (gli inquirenti parlano di 1,5 kg), che sarebbero dovuti essere pagati da Maffodda. La droga era stata materialmente ricevuta da Alvaro e non era stata pagata perché i due avevano contestato la qualità della merce consegnata.

In seguito a ripetute e insistenti pressioni di Spelta per farsi pagare, i due avrebbero quindi deciso di eliminare lui e la compagna.

I fermati sono entrambi pregiudicati. Maffodda, dal 1986, ha trascorso complessivamente 25 anni in detenzione tra carcere e domiciliari per una lunga serie di reati. E' di famiglia calabrese. Suoi cugini furono uccisi negli anni '90. Da diverso tempo si era organizzato, iniziando un grosso giro di spaccio: in casa sua gli agenti hanno recuperato 27 chili di cocaina. Alvaro, suo collaboratore, era ai domiciliari per una rapina del gennaio 2013.

Gli arresti dovranno ora essere convalidati dal gip Maria Cristina Mannocci entro le prossime 48 ore.

"Abbiamo dato la risposta migliore che la città si aspettava - ha detto Luigi Savina, questore di Milano, in conferenza stampa - per un duplice omicidio bruttissimo, per risolvere il quale abbiamo lavorato un anno ininterrottamente, in silenzio anche di fronte a qualche critica immeritata". Presenti anche il sostituto procuratore Alberto Nobili e il capo della squadra mobile Alessandro Giuliano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento