rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Il personaggio / Lambrate / Piazza Enrico Bottini

Chi è l'uomo che ha accoltellato il poliziotto Christian Di Martino

Si chiama Hasan Hamis, è nato in Marocco 37 anni fa ma è vive in Italia dal 2002

Hasan Hamis, l'uomo che ha accoltellato gravemente il poliziotto Christian Di Martino, in Italia non doveva starci. Non solo per via dei suoi numerosi e ripetuti precedenti penali ma anche perché il trentasettenne aveva un foglio di espulsione firmato dal questore di Avellino. La sua pericolosità sociale sembra provata dall'episodio avvenuto nella stazione Lambrate di Milano ma anche dalle tante volte che in passato era stato fermato con lame e coltelli in mano.

Trentasettenne, marocchino e irregolare, Hasan Hamis ha resistito ai dardi del taser - uno lo ha colpito alla gamba e l'altro al giubbotto imbottito - e poi si è scagliato con il lungo coltello da macellaio contro il vice ispettore che gli aveva sparato con la pistola elettrica. La sua azione, violenta e improvvisa, è arrivata dopo diverse decine di minuti di "show", iniziati alle 23.20 e durante i quali ha lanciato pietre contro treni e persone presenti.

Hasan Hamis, l'uomo che ha accoltellato Di Martino

Il nordafricano, noto con diversi alias, è stato arrestato per tentato omicidio e si trova nel carcere di San Vittore. Stando a quanto riferito dai poliziotti intervenuti era "molesto e in forte stato di agitazione", "in evidente stato psichico alterato e non collaborativo". Ha precedenti per droga, reati contro la persona, come rapina e sequestro, contro il patrimonio e resistenza a pubblico ufficiale.

Ondata di solidarietà per il poliziotto Christian Di Martino

Hasan Hamis, stando a quanto risulta alla questura, è arrivato a Milano da pochi giorni. Le sue tracce in Italia risalgono però almeno al 2002. La prima fotosegnalazione è del 18 dicembre di quell'anno a Napoli. Ha diversi precedenti, quasi tutti in Campania, tra la stessa Napoli, Caserta e Avellino ma l'ultima denuncia risale a pochi giorni prima dell'aggressione al poliziotto: il 5 maggio scorso. Quella domenica è stato fermato dagli agenti della polizia ferroviaria di Bologna. A segnalare la sua presenza molesta su un treno Italo era stato il personale dell'azienda dell'alta velocità: con un rasoio in mano si era poi messo a minacciare pure i poliziotti.

La sua storia "d'amore" con le forze dell'ordine italiane ha origine lontane. Nel 2004 era stato quattro mesi in carcere per furto. Poi nel 2012 era stato indagato perché trovato con un coltello d'acciaio dai carabinieri di Napoli Poggioreale. E ancora nel 2014 venne fermato in quanto autore di una rapina aggravata. Dal 9 giugno 2020 al 4 luglio 2023 è stato nel carcere di Ariano Irpino per rapina e lesioni personali. Una volta scarcerato riprende la solita vita, tanto che il 30 gennaio 2024 la polfer di Napoli lo indaga perché viene trovato con un coltello. Fino all'episodio di Bologna e quello brutale di Lambrate.

Espulso ma sempre in Italia

Il trentasettenne ha ricevuto più volte provvedimenti di espulsione ma nessuno è mai stato eseguito. Contro di lui il prefetto di Napoli aveva adottato due provvedimenti di espulsione: uno nel 2004 e l'altro nel 2012. Lo stesso provvedimento era stato firmato dal prefetto di Avellino a luglio 2023. Dopo la lunga detenzione in carcere. Scarcerato, doveva essere trasferito in un Cpr (Centri di permanenza per i rimpatri) ma non c'era posto e l'espulsione è stata eseguita mediante un ordine del questore di Avellino: Hamis doveva lasciare il territorio nazionale entro sette giorni. Cosa mai avvenuta.

Anche nel 2021, l'Ufficio immigrazione della questura di Avellino aveva attivato le procedure di identificazione presso il consolato marocchino ma l'esito era stato negativo perché l'autorità diplomatica di Rabat non aveva dato riscontri di alcun tipo. Ora Hasan Hamis, l'uomo che doveva trovarsi altrove, torna alla ribalta per aver quasi ucciso un poliziotto. Tocca di nuovo dunque agli investigatori e alla magistratura capire per quanto tempo dovrà stare in cella.

Hamis oggi sarà interrogato mentre migliora il poliziotto Di Martino

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chi è l'uomo che ha accoltellato il poliziotto Christian Di Martino

MilanoToday è in caricamento