Omicidi Lorenteggio / Via Lorenteggio

Milano, donna ritrovata cadavere in una casa di via Lorenteggio: la scientifica sul posto

La vittima è Stefania D., un'italiana di 52 anni, faceva la prostituta. Era distesa in cucina

Repertorio

Il cadavere di una donna è stato rinvenuto mercoledì mattina all'interno di un'abitazione in via Lorenteggio, a Milano. Potrebbe trattarsi di una morte non naturale, tant'è che sul posto è intervenuta la polizia per fare i rilievi.

Non è escluso che possa trattarsi di un omicidio ma le ipotesi principali sono quella del malore o del gesto estremo. Al momento però non ci sono altri dettagli in attesa che il medico legale si pronunci. Gli uomini della scientifica e quelli della Omicidi della Squadra Mobile, coordinata da Marco Calì, sono al lavoro dalle 11, come hanno informato dalla questura di via Fatebenefratelli.

Chi era la donna morta in via Lorenteggio

La vittima, italiana di 52 anni, si chiamava Stefania D. Il suo corpo senza vita è stato ritrovato da un conoscente che, stando a quanto riportato dagli investigatori, è entrato da solo perché la porta era chiusa ma non a chiave. La 52enne era in cucina. Il cadavere, hanno ricostruito i poliziotti, era in posizione prona, in una posa non del tutto naturale ma non ci sono segni evidenti di violenza. 

La donna, secondo le prime informazioni, faceva la prostituta. In passato aveva sofferto di depressione a causa di alcuni problemi finanziari. Martedì sera aveva sentito al telefono il conoscente che poi l'ha trovata senza vita. L'uomo è interrogato dalla polizia che ha passato al setaccio anche l'appartamento al secondo piano del civico 38, in una palazzina signorile di sette piani: anche l'abitazione era in condizioni "normali". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano, donna ritrovata cadavere in una casa di via Lorenteggio: la scientifica sul posto

MilanoToday è in caricamento