rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Omicidi Quarto Oggiaro / Via Privata Trilussa

Uccise il vicino con una coltellata: condannato a 12 anni, non fu omicidio volontario

L'episodio in via Trilussa a giugno 2020

Non fu omicidio volontario quello commesso da Tommaso Libero Riva, transessuale di 46 anni, ai danni del vicino di casa Giuseppe Alfredo Villa, sessantottenne, il 30 giugno 2020 in via Trilussa a Milano. La corte d'assise ha condannato Riva a dodici anni di reclusione riqualificando il reato in omicidio preterintenzionale, accordandogli le attenuanti generiche equivalenti all'aggravante dei futili motivi. Riva dovrà anche scontare, dopo la pena, tre anni di libertà vigilata.

Riva è stato condannato anche a versare una provvisionale da 100 mila euro per la vedova del pensionato, che si era costituita parte civile. La corte d'assise ha accolto le tesi della difesa, rappresentata dall'avvocato Ursula Lionetti, che chiedeva appunto la riqualificazione in omicidio preterintenzionale, mentre il pm Maurizio Ascione aveva chiesto quattordici anni di reclusione per omicidio volontario. Per le motivazioni della sentenza, il cui dispositivo è stato letto l'1 marzo, occorre aspettare sessanta giorni. 

Erano frequenti le liti tra i due vicini di casa. La vittima viveva al piano superiore: Riva ha sempre spiegato di non avere avuto l'intenzione di uccidere ma, anzi, di essersi recato in piena notte al piano di sopra con un coltello pensando di doversi difendere dalla rabbia di Villa. Secondo il suo racconto, dopo il fendente al braccio ha provato a tamponare la ferita e poi è uscito dal condominio, dove è stato trovato (sporco di sangue) dalla polizia.

Non aveva una vita facile, Riva. Col nome d'arte Bianca Dolce Miele riceveva clienti in casa ed era stato anche il protagonista del film "La casa dell'amore" di Luca Ferri, girato proprio nel palazzo di via Trilussa. Tra alcol e debiti era noto nel palazzo per le intemperanze e non esattamente amato dai vicini di casa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccise il vicino con una coltellata: condannato a 12 anni, non fu omicidio volontario

MilanoToday è in caricamento