Mercoledì, 28 Luglio 2021
Omicidi

Elena è stata uccisa dal suo fidanzato

Le conclusioni della polizia spagnola sulla giovane di Milano morta la notte del 3 giugno a Ibiza

Elena in una foto da Facebook

Il femminicidio e poi il suicidio. Secondo la polizia spagnola, è stata uccisa Elena Livigni Gimenez, la ragazza italo spagnola cresciuta a Milano e morta la notte del 3 giugno a Ibiza dopo essere caduta dal balcone di un hotel Platja d’en Bossa pochi attimi prima del suo fidanzato, il 26enne Kamil Archane, anche lui deceduto. 

Stando ai giornali iberici, gli investigatori hanno pochi dubbi: si tratterebbe di femminicidio, il secondo sull'isola da inizio anno. Elena, infatti, sarebbe stata spinta nel vuoto dal terrazzo dal compagno, che avrebbe poi deciso di togliersi la vita. A confermarlo, secondo secondo le indagini delle autorità spagnola, sarebbero i risultati delle autopsie sui corpi e gli accertamenti effettuati sulla dinamica. 

Sia i familiari - che vivono a Milano, dove Elena ha studiato diplomandosi al liceo europeo -, sia gli amici e le amiche della giovane avevano escluso fin da subito la possibilità che la ragazza avesse compiuto un estremo, tragico gesto. Amici e amiche, in particolare, avevano raccontato che Elena aveva in corso una brillante carriera accademica, come del resto il fidanzato - frequentavano la stessa università, a Barcellona - e stava pianificando alcuni viaggi approfittando dell'allentamento delle restrizioni anti covid.

Secondo alcune fonti, si sarebbe udito un litigio proveniente dalla stanza d'hotel della coppia prima della tragedia. Le indagini restano ancora formalmente aperte, ma la polizia sembra avere ormai cancellato ogni dubbio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elena è stata uccisa dal suo fidanzato

MilanoToday è in caricamento