rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
La condanna

Omicidio La Rosa, madre e figlio condannati all'ergastolo anche in Cassazione

Confermata la condanna dei due che, secondo l'accusa, attirarono l'ex calciatore in via Cogne e lo uccisero con l'acido

E' definitivo l'ergastolo comminato ad Antonietta Biancaniello e Raffaele Rullo, madre e figlio accusati di avere ucciso Andrea La Rosa, ex calciatore, nel mese di novembre del 2017. La Cassazione ha respinto i ricorsi presentati dagli imputati. La Rosa era stato ucciso, secondo le indagini dei carabinieri, nella cantina di un edificio in via Cogne a Quarto Oggiaro dove abitava la madre, attirato dai due come in una trappola, perché Rullo aveva un debito con la vittima e non voleva restituirlo.

L'ex calciatore brianzoo fu ferito alla gola e gettato in un bidone pieno di acido, per le cui esalazioni perse la vita. Un mese dopo, i carabinieri fermarono la donna in auto (dopo avere già praticamente chiuso il cerchio su di lei) e, nel bagagliaio, scoprirono un fusto di benzina con, all'interno, il corpo di La Rosa. 

Confermata l'accusa di omicidio aggravato da premeditazione e crudeltà, nonché occultamento e soppressione del cadavere. Rullo avrà anche l'isolamento diurno per sei mesi. Biancaniello e Rullo sono stati condannati anche per il tentato omicidio della moglie di lui, Valentina Angotti, al fined i ottenere i 150 mila euro della polizza vita a lei intestata. I due drogarono l'Angotti con una massiccia dose di psicofarmaci e le tagliarono le vene. Ma questo non fu sufficiente, e nemmeno l'iniezione di insulina, che la portò al coma ma non alla morte. Per molto tempo la donna credette alla 'versione' del marito e della suocera, cioè che aveva davvero tentato di togliersi la vita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio La Rosa, madre e figlio condannati all'ergastolo anche in Cassazione

MilanoToday è in caricamento