rotate-mobile
Giovedì, 25 Aprile 2024
Omicidi

Omicidio Macchi, annullato il risarcimento a Stefano Binda

A deciderlo la Cassazione. L'uomo, assolto da ogni accusa, avrebbe dovuto ricevere 300mila euro come riparazione per l'ingiusta detenzione subita

Non verrà risarcito Stefano Binda, il 54enne assolto in via definitiva dall'accusa di essere l'autore dell'omicidio di Lidia Macchi, la 21enne che era stata trovata morta a gennaio del 1987 a Cittiglio (Varese). A deciderlo la Corte di Cassazione, dopo che quella d'Appello gli aveva riconosciuto una riparazione di 300mila euro per l'ingiusta detenzione che aveva dovuto subire.

I giudici di terzo grado hanno accolto l'istanza della Procura generale, che aveva impugnato la sentenza della Corte d'Appello sostenendo che Binda, non rispondendo all'interrogatorio di Garanzia dopo il suo arresto, aveva "contribuito all'errore sulla sua carcerazione". La legale del 54enne, Patrizia Esposito ha commentato la sentenza dicendo di essere rimasta "senza parole" e che prima di dire altro attende di avere le "motivazioni".

Per ottenere un eventuale risarcimento, Binda, che era rimasto in carcere per tre anni e mezzo (dal 2016 al 2019), dovrebbe affrontare un nuovo processo. 

L'omicidio Macchi

Era il 5 gennaio 1987 quando la studentessa Lidia Macchi, 21 anni, sparì dopo aver fatto visita a un'amica in ospedale. Due giorni dopo il suo corpo senza vita venne trovato nei boschi di Cittiglio, nel Varesotto. L'autopsia stabilì che era stata prima violentata e poi uccisa a coltellate. L'autore del delitto non è mai stato individuato.

Il giorno dei funerali, la famiglia della ragazza, che faceva parte del gruppo Comunione e liberazione, ricevette una lettera anonima intitolata 'In morte di un'amica', con alcuni riferimenti all'omicidio. Binda, ex compagno di classe della vittima, finì sotto indagine proprio perché sospettato di essere l'autore del testo, cosa che lui ha sempre negato. Dopo essere stato condannato all'ergastolo in primo grado, a gennaio 2021 la corte d'assise d'Appello lo ha assolto dall'accusa di omicidio. L'assoluzione è stata poi confermata anche dalla Cassazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Macchi, annullato il risarcimento a Stefano Binda

MilanoToday è in caricamento