Omicidi

Omicidio a Solaro, uomo sgozzato in garage dopo una lite condominiale: arrestato il vicino

In manette è finito un muratore di 59 anni. La vittima era un suo vicino di casa di 54 anni

Foto repertorio

Fuga finita. I carabinieri del comando provinciale di Milano mercoledì mattina hanno arrestato un uomo di cinquantanove anni - un muratore - perché ritenuto responsabile dell'omicidio di Michelangelo Redaelli, il 54enne che era stato trovato morto la sera del 23 dicembre nel garage di casa sua a Solaro

La vittima - che viveva da sola in un appartamento di via Parini - era stata uccisa con due fendenti alla gola e a dare l'allarme erano stati alcuni conoscenti che lo aspettavano per un appuntamento. I militari di Desio, dopo aver ricevuto le segnalazioni degli amici del 54enne, erano andati a casa sua e nel box condominiale avevano fatto la tragica scoperta. 

Video | Così è stato incastrato l'assassino

In manette - in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Monza - è finito l'ex vicino di casa di Redaelli, che intanto aveva cambiato abitazione. Alla base dell'omicidio, stando alle indagini, ci sarebbero state proprio alcune liti condominiali tra il killer e la vittima, soprattutto sull'uso dell'acqua condominiale

Decisivo per incastrare il muratore sono state alcune tracce biologiche che lui stesso aveva lasciato sul corpo del 54enne e sul luogo dell'omicidio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio a Solaro, uomo sgozzato in garage dopo una lite condominiale: arrestato il vicino

MilanoToday è in caricamento