Omicidi Via Santini

Omicidio a Parabiago, donna uccisa dal compagno davanti ai figli: lei voleva lasciarlo

La donna, 33 anni, è stata trovata morta in casa dalla madre. Il compagno è in stato di fermo

La casa teatro dell'omicidio - Foto © Gemme MilanoToday

Sua madre l'ha trovata accasciata in bagno. Sul corpo, all'altezza del petto, i segni evidenti di tre fendenti, fatali. A pochi metri dall'orrore, in un'altra stanza, i suoi due bimbi, il più piccolo di soli sei mesi. 

Omicidio a Parabiago, dove una donna di trentatré anni - Simona Forelli, casalinga - è stata uccisa a coltellate in un appartamento di via Santini, pieno centro città. Lì la vittima viveva con il suo compagno - un cittadino pakistano di trentacinque anni, Zahir Sadigue - e i loro due figli di sei e diciassette mesi, che erano in casa al momento della tragedia. 

Il cadavere della trentatreenne è stato scoperto da sua madre, che verso le 18 - secondo le prime informazioni - avrebbe sentito qualcuno gridare e chiedere aiuto. A quel punto, la signora si è presentata nell'appartamento della figlia - una casa di corte al primo piano del palazzo al civico 25, dove vive anche lei - e ha scoperto il corpo.

La donna è stata immediatamente soccorsa dal 118, ma per lei non c'è stato nulla da fare ed è stata dichiarata morta poco dopo. 

Il compagno in stato di fermo

In via Santini sono subito intervenuti i carabinieri, al lavoro per effettuare tutti gli accertamenti necessari. Le ricerche dei militari si sono immediatamente concentrate sul convivente della vittima, che al momento del ritrovamento del cadavere non era più in casa.

Un'ora dopo, però, è stato lo stesso trentacinquenne - che faceva qualche lavoretto di volantinaggio - a presentarsi presso la caserma dei militari di Parabiago. 

La lite e le coltellate al petto

L'uomo, gravemente indiziato di omicidio, è stato sottoposto a fermo: nella notta sarà interrogato dal pm di turno della procura di Busto Arsizio.

Sembra, stando alle prime ricostruzioni, che i due fossero in crisi e che la donna avesse deciso di lasciarlo. Domenica pomeriggio, al termine dell'ennesima lite, l'uomo avrebbe afferrato un coltellaccio da cucina e avrebbe colpito la compagna al petto una, due, tre volte. Poi, lasciandola a terra agonizzante è fuggito, prima di costituirsi e confessare. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio a Parabiago, donna uccisa dal compagno davanti ai figli: lei voleva lasciarlo

MilanoToday è in caricamento