rotate-mobile
in aula / Cologno Monzese

Zakaria Atqaoui a processo per l'omicidio di Sofia Castelli: richiesta la perizia psichiatrica

Il giovane è accusato di omicidio aggravato per aver accoltellato e ucciso l'ex fidanzata nel sonno

Si è aperto oggi il processo contro Zakaria Atqaoui reo confesso dell’omicidio dell’ex fidanzata Sofia Castelli a Cologno Monzese. L’udienza si tiene al tribunale di Monza. L’avvocato di Atqaoui, Vainer Burani, subentrato alla collega Marie Louise Mozzarini che ha rinunciato al caso, ha chiesto la perizia psichiatrica per il suo assistito. La corte d’assise di Monza ha accolto le richieste di costituzione di parte civile da parte della famiglia di Sofia e di Aurora Fiameni, amica della vittima che dormiva nella stanza accanto quando è stata uccisa. Stesso responso per la richiesta pervenuta dall’associazione “Casa delle donne maltrattate di Milano”. 

Il caso risale al 29 luglio scorso. Zakaria Atqaoui e Sofia Castelli avevano avuto una relazione, lui era stato ospitato a lungo dalla famiglia di lei. Poi la fine della relazione, che Atqaoui non aveva mai accettato. Quella notte Sofia era andata in discoteca con l’amica e a fine serata entrambe erano andate a dormire a casa Castelli. 

Ma Atqaoui si era nascosto nell’armadio di Sofia, per poi uscire quando le due ragazze si erano addormentate e uccidere l’ex ragazza a coltellate. Il giovane ha, poi, confessato alle forze dell’ordine: “Ho ucciso una ragazza”. L’accusa è quella di omicidio aggravato. La prossima udienza si terrà il 1° marzo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zakaria Atqaoui a processo per l'omicidio di Sofia Castelli: richiesta la perizia psichiatrica

MilanoToday è in caricamento