Martedì, 27 Luglio 2021
Omicidi Baggio / Via Amantea

Roberto Iannello, il commesso ucciso a coltellate dalla moglie

Sarebbe stato l'uomo ad aggredire per primo la donna, secondo una prima ricostruzione

C'è ancora incredulità per l'omicidio di Roberto Iannello, commesso in un Carrefour di Milano, ucciso dalla moglie 52enne, Lucia Letizia Finetti, a coltellate. La donna, fermata a circa un chilometro dal luogo dove è stato soccorso il 55enne, aveva una ferita a una mano e i vestiti macchiati di sangue. Lo avrebbe ucciso al culmine di una violenta lite all'interno della loro auto.

Roberto Iannello è stato trovato agonizzante e con profonde ferite da taglio in via Amantea angolo via Quinto Romano, zona Baggio. I fatti sono avvenuti verso le 14 di sabato. Iannello, milanese incensurato, ha ricevuto almeno quattro colpi, di cui due alla gola, con un coltello da cucina. È morto in ospedale, al San Carlo.

La moglie è in stato di arresto, un provvedimento disposto dalla polizia giudiziaria. A svolgere le indagini i carabinieri del capoluogo lombardo. A quanto pare, secondo la prima ricostruzione, il 55enne avrebbe impugnato l'arma per colpire la donna. E la sua reazione sarebbe stata quella di strappargli la lama dalle mani e colpirlo ripetutamente. Alcuni testimoni, avrebbero riferito di aver sentito più volte suonare il clacson dell'utilitaria, una Seat Marbella, durante le fasi più concitate della lite. I militari indagano per fare chiarezza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roberto Iannello, il commesso ucciso a coltellate dalla moglie

MilanoToday è in caricamento