rotate-mobile
Omicidi

Mamma e figlia uccise: arrestato il padre. Trapano e martello trovati nella villetta

Alessandro Maja è accusato di duplice omicidio e tentato omicidio: il figlio maggiore è stato ferito in modo gravissimo

È stato arrestato in flagrante per duplice omicidio e tentato omicidio Alessandro Maja, il 57enne originario di Milano con studio di interior design sui Navigli che nella mattinata di mercoledì 4 maggio avrebbe ucciso moglie e figlia, ferendo in modo gravissimo anche il figlio, nella loro villetta di via Torino a Samarate (Va). Ritrovate dai carabinieri le armi che sarebbero state utilizzate per il delitto, tra cui un trapano e un martello.

Stefania e Giulia: chi erano le vittime del duplice omicidio di Samarate

Sulla tragica vicenda stanno indagando i carabinieri della compagnia di Busto Arsizio e il nucleo investigativo del comando provinciale di Varese. Al momento l'uomo - che potrebbe essere dimesso in giornata, vista la lieve entità delle ferite che si sarebbe procurato da solo - non avrebbe fatto ammissioni davanti ai militari.

In base agli accertamenti finora condotti, non risulta che Maja fosse in cura psichiatrica. Rimane ricoverato in gravissime condizioni all'ospedale di Varese il figlio maggiore, 24 anni, il quale è stato colpito pesantemente al cranio.

Chi erano le vittime dell'omicidio

La famiglia, come riferisce il sindaco di Samarate, Enrico Puricelli, si era trasferita da Milano dopo aver acquistato la villetta nel '99. La mamma, Stefania Pivetta, 56 anni, era casalinga e da qualche anno vendeva online integratori alimentari; mentre la figlia più piccola, Giulia, 16 anni, studiava al liceo scientifico di Gallarate.

"Il mio San Valentino lo voglio dedicare alle Donne che sono morte per mano di un uomo credendo nell'amore", si legge in un post che Pivetta aveva condiviso sui social lo scorso 14 febbraio e che oggi suona quasi come un presagio della tragedia.Stefania Pivetta e Giulia Maja-2-2-2

(Mamma e figlia, Stefania Pivetta e Giulia Maja, foto da Fb)

Chi è l'uomo accusato di omicidio

Alessandro Maja, nato a Milano, ha fondato l'atelier di progettazione in zona Navigli che porta il suo cognome e che ha realizzato progetti, soprattutto in locali e ristoranti, in città, compresi la stazione di Cadorna e l'aeroporto di Malpensa, ma anche in altre regioni italiane e all'estero.

Alessandro Maja-2

(Alessandro Maja, accusato di duplice omicidio e tentato omicidio, foto da Fb)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mamma e figlia uccise: arrestato il padre. Trapano e martello trovati nella villetta

MilanoToday è in caricamento