Omicidi Viale Friuli

Omicidio a Cinisello, trans uccisa in casa sua: freddata con un colpo di pistola alla schiena

La svolta dall'autopsia: la vittima, 43 anni, è stata freddata con un colpo di pistola. I fatti

I carabinieri sul luogo dell'omicidio - Foto © Mt

La sua coinquilina l'aveva trovata sul letto senza la maglietta addosso e con un "filo" di sangue dalla bocca. L'aveva chiamata, aveva provato a svegliarla - convinta che stesse dormendo -, ma non ci era riuscita. Poi, aveva dato l'allarme al 118 e ai carabinieri, che non avevano potuto far altro che constatare il decesso. Una decesso che adesso, dopo che l'autopsia ha rivelato la verità, appare sempre più avvolto nel mistero. 

È stata uccisa la transessuale peruviana di quarantatré anni che lo scorso 4 febbraio era stata trovata morta in un appartamento in via Friuli a Cinisello Balsamo. La vittima, che si prostituiva in strada e nella sua abitazione, condivideva quella casa - un piccolo sottoscala - con una sua connazionale di due anni più grande, che aveva fatto la tragica scoperta all'alba. 

Inizialmente, sul corpo della trans non erano stati trovati segni evidenti di violenza, ma l'autopsia ha rilevato una ferita da arma da fuoco alla schiena. Sembra quindi evidente che la 43enne sia stata letteralmente freddata con un colpo di pistola da qualcuno che è poi fuggito. 

I carabinieri di Sesto San Giovanni, che ora indagano per omicidio, stanno scavando a fondo nella vita della vittima, che pare non abbia mai avuto in passato discussioni o relazioni problematiche con i clienti, né ha mai avuto problemi con la giustizia. Chi sia stato a sparare quel colpo resta, per ora, un mistero. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio a Cinisello, trans uccisa in casa sua: freddata con un colpo di pistola alla schiena

MilanoToday è in caricamento