Omicidi Ponte Lambro / Via Montecassino

Donna litiga con suo marito e lo accoltella al petto: uomo muore dopo un mese di agonia

Il dramma lo scorso 7 novembre. L'uomo è morto martedì dopo un mese di agonia. I fatti

È morto il cinquantaduenne, di origini peruviane, accoltellato lo scorso 7 novembre dalla moglie - una connazionale di un anno più piccola - nel loro appartamento di via Montecassino, zona Ponte Lambro. La vittima, colpita con un fendente al petto, era stata ricoverata in condizioni gravi e martedì, dopo un mese di agonia, i medici ne hanno dichiarato il decesso. 

Il dramma si era consumato verso le 20 del 7 novembre, quando la donna aveva discusso con suo marito, tornato a casa - come spesso accadeva - ubriaco. Al termine della discussione, stando a quanto poi ricostruito dalla polizia, il cinquantaduenne aveva impugnato il coltello e la moglie, reagendo, lo aveva colpito al petto. Ad allertare i soccorsi era stata la figlia quindicenne della coppia, che aveva assistito alla lite e alla successiva coltellata

La cinquantunenne, che lavorava come colf e che per tanto tempo aveva sopportato liti e maltrattamenti, era stata inizialmente arrestata con l'accusa di tentato omicidio ed era finita in carcere. Pochi giorni dopo, però, aveva ottenuto i domiciliari a casa della sua datrice di lavoro, che aveva deciso di ospitare nella sua abitazione l'indagata insieme alla figlia e alla madre anziana. 

Con la morte del cinquantaduenne, con ogni probabilità, l'accusa verrà riformulata in omicidio volontario o preterintenzionale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna litiga con suo marito e lo accoltella al petto: uomo muore dopo un mese di agonia

MilanoToday è in caricamento