Omicidi San Siro / Viale Aretusa

Omicidio a Milano, lite tra fratelli davanti alla madre: uno ucciso, uno grave

Il dramma in viale Aretusa. Morto un 47enne

Gli agenti della polizia sul posto per i rilievi

La richiesta del denaro, probabilmente il rifiuto, i toni che si alzano e il corpo a corpo. Fatale. Notte di sangue a Milano, dove un uomo di 47 anni - Vincenzo Ciconte - è stato ucciso a coltellate in casa. Ad ammazzarlo, stando alle primissime informazioni finora apprese, sarebbe stato suo fratello minore, il 43enne Francesco. 

La tragedia si è consumata verso le 3.30 in un appartamento all'angolo tra via Civitali e viale Aretusa, dove vittima e presunto killer vivevano insieme alla madre. L'omicidio sarebbe arrivato al termine di una lite nata per motivi economici, sembrerebbe dopo una pressante richiesta di soldi da parte della vittima - con problemi di tossicodipendenza - alla madre, già in passato minacciata e colpita dal figlio violento.

La notte milanese di sangue: due omicidi in poche ore

I due fratelli avrebbero quindi avuto una colluttazione e ad avere la peggio è stato il 47enne, ucciso dai fendenti. Il presunto assassino è stato trovato ferito in casa - con ogni probabilità a causa dei colpi ricevuti nello "scontro" - ed è stato trasportato in codice rosso al Policlinico di Milano: è in condizioni delicate. 

La lite e le coltellate fatali

Sul posto sono intervenuti gli agenti delle Volanti, della Squadra mobile, guidati dal dirigente Marco Calì, e della Scientifica. Il 43enne e il 47enne, stando a quanto appreso, avrebbero entrambi precedenti. Gli investigatori, che stanno piantonando il ferito in ospedale, sono al lavoro per ricostruire la dinamica del dramma: non è escluso che il 43enne abbia cercato di difendersi finendo poi per ammazzare il fratello.

Il presunto killer avrebbe infatti i segni di numerose coltellate sul corpo, molte delle quali su braccia e mani, tipiche di un tentativo di difesa. La vittima sarebbe invece stata colpita almeno tre volte. 

A dare l'allarme sono stati alcuni vicini di casa, preoccupati dalle urla, e la madre dei due. La donna sarà sentita nel pomeriggio dagli uomini della Mobile e dal pm. In serata potrebbe essere ascoltato anche il 43enne. Le testimonianze dei due saranno decisive per ricostruire con precisione i contorni della tragedia.

All'alba un secondo omicidio si è verificato ad Arese, nel Milanese. Lì un uomo ha ucciso la moglie e si è poi accoltellato più volte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio a Milano, lite tra fratelli davanti alla madre: uno ucciso, uno grave

MilanoToday è in caricamento