Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca Garbagnate Milanese / Via Sicilia

Milano, preso l'operaio insospettabile: 11 chili di marijuana nascosti nei trolley e nel borsone

L'uomo non ha nessun precedente alle spalle ed era praticamente insospettabile

La droga sequestrata

Un lavoro regolare, da impiegato di una ditta di logistica. Una vita apparentemente tranquilla, senza nessun conto aperto con la giustizia né qualche vecchio guaio alle spalle. Eppure un vero e proprio "tesoro" nascosto nel box. 

Un uomo di trentuno anni, un cittadino italiano incensurato e assolutamente insospettabile, è stato arrestato mercoledì dai carabinieri della compagnia di Rho con l'accusa di detenzione di sostanze stupefacenti. 

I guai per l'operaio sono iniziati nel pomeriggio, quando i militari hanno deciso di controllarlo a Garbagnate mentre a bordo della sua Fiat Panda bianca si aggirava con fare sospetto in via Sicilia, nei pressi del parco delle Groane, l'area boschiva diventata un mercato a cielo aperto per pusher e tossicodipendenti. Perquisito, il 31enne è stato trovato in possesso di 150 grammi di marijuana e a quel punto gli investigatori hanno deciso di passare al setaccio anche casa sua, un'abitazione a Baranzate. 

L'appartamento è risultato polito, ma nel box i carabinieri hanno trovato esattamente quello che cercavano. Da alcuni trolley e da un borsone sono infatti saltati fuori sette buste di plastica con all'interno oltre dieci chili di marijuana. 

Per l'insospettabile operaio sono scattate le manette, mentre i militari stanno ora cercando di capire a chi fosse destinata la droga. È verosimile, dato anche lo scarso spessore criminale dell'uomo, che stesse "semplicemente" facendo da custode. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano, preso l'operaio insospettabile: 11 chili di marijuana nascosti nei trolley e nel borsone

MilanoToday è in caricamento