rotate-mobile
Sabato, 24 Settembre 2022
Il grave infortunio / Viale Pier Paolo Pasolini

Operaio schiacciato da un sollevatore a Milano: è in coma

Il grave incidente sul lavoro è avvenuto in via Pasolini, a Cascina Merlata, giovedì mattina

Un operaio di 31 anni lotta tra la vita e la morte all'ospedale Niguarda. L'uomo, ora in coma, è rimasto gravemente ferito in un incidente sul lavoro in un cantiere in via Pier Paolo Pasolini, a Cascina Merlata, Milano. L'infortunio si è verificato alcuni minuti prima delle 10 di giovedì.

Secondo una prima ricostruzione, il 31enne è rimasto schiacciato dal sollevatore. Per liberarlo è stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco. Il cuore dell'operaio, però, era già fermo ed è ripartito solo dopo un lungo lavoro di rianimazione da parte del personale del 118, arrivato con ambulanza e automedica. 

La centrale operativa dell'Agenzia regionale emergenza urgenza ha riferito che una volta stabilizzato e intubato, il 31enne, di origine egiziana, è stato trasportato al pronto soccorso del Niguarda. Le sue condizioni sono molto delicate, soprattutto per via del grave trauma cranico.

Attorno alle 12, il comando provinciale dei vigili del fuoco ha ricostruito parzialmente la dinamica dell'infortunio: il 31enne è rimasto schiacciato da un pantografo elevatore mentre rimuoveva lo skydeck, una copertura di pannelli posizionata proprio per lavorare in sicurezza lungo i bordi liberi degli edifici in costruzione. La testa dell'uomo sarebbe rimasta incastrata nel macchinario.

Nel cantiere sono intervenuti anche i carabinieri, il personale della procura di Milano e quello di Ats. Si indaga per capire come sia stato possibile l'infortunio e se le norme di sicurezza sono state rispettate pienamente.

Gli altri incidenti sul lavoro a Milano

Appena 60 minuti prima, intorno alle 9, un operaio era precipitato in un cantiere di corso Lodi. L'uomo, un 41enne, sarebbe caduto dal secondo al primo piano quando il solaio sul quale stava lavorando è crollato giù. Le sue condizioni per fortuna non sono gravi ed è finito in ospedale in codice giallo.

Soltanto lunedì, invece, un operaio di 52 anni era morto dopo essere precipitato per circa 20 metri mentre lavorava sulla facciata di un palazzo al civico 23 di via Losanna, in zona Cenisio. L'uomo - un cittadino marocchino residente a Terni e regolare in Italia - sarebbe caduto mentre si trovava sospeso a 20 metri di altezza e sarebbe finito nel cortile interno del condominio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operaio schiacciato da un sollevatore a Milano: è in coma

MilanoToday è in caricamento