rotate-mobile
Cronaca

L'operaio con il manganello in acciaio sotto il sedile: "Non si sa mai"

Denunciato un 22enne, fermato dai carabinieri e trovato in possesso dell'arma

"Non si sa mai". Si è giustificato così un operaio di 22 anni - cittadino marocchino, senza nessun precedente, residente a Carate Brianza - che è stato trovato in giro sabato sera con un manganello in acciaio in amacchina. 

Per lui i guai sono iniziati quando ha incrociato in via Nazario Sauro una pattuglia dei carabinieri. Probabilmente per cercare di passare inosservato, il 22enne - che era su una Ford Focus con altri due amici - ha spento i fari del veicolo e ha imboccato una stradina. La sua mossa, però, non è sfuggita ai militari, che a quel punto hanno seguito e fermato il veicolo in via San Giovanni Bosco. 

I tre sono risultati puliti, ma sotto il sedile di guida è stato trovato un manganello telescopico in acciaio, che è valso all'operaio una deuncia per porto abusivo di oggetti atti ad offendere. Parlando con i carabinieri, lui stesso ha spiegato che "con le cose che si sentono, può essere utile, non si sa mai". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'operaio con il manganello in acciaio sotto il sedile: "Non si sa mai"

MilanoToday è in caricamento