rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca Monforte / Via Conservatorio

Oscar Giannino contestato, lancio di pomodori e uova in Statale

Il giornalista economico Oscar Giannino contestato prima di un intervento in Università Statale. Vittima di lancio di ortaggi e uova: "Buffone, fascista!"

Il giornalista economico e politico Oscar Giannino, ex penna di Libero e conduttore radiofonico, è stato preso di mira da alcuni studenti prima di un intervento programmato in Università Statale organizzato da Azione Giovani. Giannino, provando a passare da via del Conservatorio, sarebbe stato pesantemente apostrofato dai contestatori, al grido di "buffone, fascista, padrone". Il fatto è accaduto giovedì 1 dicembre.  

Sarebbero anche state gettate uova e pomodori pelati. Alla fine, la polizia avrebbe consigliato al notista politico di allontanarsi rinunciando al proprio intervento. E' lo stesso Giannino a raccontare l'episodio sul proprio sito Chicago Blog, con consueta ironia. 

"Oggi alle 14,30 mi è stato impedito l’accesso all’Università Statale di Milano in via del Conservatorio, dove ero invitato a un dibattito sull’euro organizzato da Azione Giovani. Numerosi studenti hanno bloccato l’ingresso, apostrofandomi “buffone, padrone, fascista, distruttore dell’Università”. Una bella doccia di pomodori pelati, qualche uovo. Nessuna possibilità di interloquire - scrive Giannino -. La polizia, presente, mi ha cortesemente invitato a desistere. Così è stato. Questi i fatti. Nessun danno. Ognuno giudichi se si debba arrivare a episodi del genere. Studentesse e studenti che mi davano del fascista nopn avevano la minima idea di chi io fossi davvero e di che cosa pensassi. Quando è partito il coro “figlio di papà, noi qui a lavorare e tu a fare la bella vita”, non sapevo se ridere  di più che alla funzionaria di polizia che mi chiedeva di sgombrare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oscar Giannino contestato, lancio di pomodori e uova in Statale

MilanoToday è in caricamento