menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Milano, vede la polizia e si nasconde tra le auto: preso lo spacciatore di Ossicodone

L'uomo, un 46enne, aveva anche diverse ricette mediche in tasca. A casa trovate 158 pillole

Ha cercato di passare inosservato. E con i suoi gesti ha finito per ottenere l'effetto contrario. Un uomo di 46 anni, un cittadino egiziano regolare in Italia e con vecchi guai con la giustizia alle spalle, è stato arrestato domenica mattina a Milano con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 

I guai per lui sono iniziati poco dopo mezzogiorno, quando ha incrociato una Volante in corso Lodi. Sapendo di essere in "pericolo", il 46enne ha cercato di nascondersi tra le auto in sosta, ma i suoi movimenti non sono sfuggiti ai poliziotti, che a quel punto hanno deciso di fermarlo. 

Dopo aver verificato che aveva precedenti per droga, gli agenti hanno deciso di perquisirlo e nelle tasche gli hanno trovato 590 euro in contanti, delle pasticche - che lui ha detto essere di analgesico - e delle ricette mediche non intestate a lui con prescritto l'Ossicodone, un antidolorifico usato dai malati terminali che da qualche anno in Italia viene venduto come droga per i suoi effetti devastanti, più potenti dell'eroina. 

Certi di andare a colpo sicuro, i poliziotti hanno poi deciso di perquisire casa dell'uomo, dove hanno trovato altre 158 pillole del medicinale. Per lui sono così scattate le manette. 

Uno dei primi sequestri di Ossicodone a Milano era avvenuto nel 2017, quando i carabinieri avevano arrestato due uomini che vendevano le pasticche fuori da scuola. A dare il via alle indagini erano state le segnalazioni di alcuni genitori. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento