rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Figli della “Milano bene” ladri per un giorno

Erano rimasti delusi dalle giostre e allora, per provare brividi ed emozioni, hanno architettato il furto degli zainetti ai danni di coetanei. Ma i carabinieri li hanno "pizzicati"

Otto ragazzi minorenni afflitti dalla noia e dalla delusione per le giostre di Gardaland che - secondo il loro racconto - non erano state abbastanza emozionanti. Otto ragazzi, di cui cinque della cosiddetta "Milano bene", alunni di una delle più prestigiose scuole della città, che per un giorno si sono improvvisati ladri.

A farne le spese alcuni coetanei che - nel parco di divertimenti - lasciavano gli zainetti incustoditi per salire sulle giostre. Gli otto "ladruncoli" studiavano il colpo e poi trafugavano le borse dei coetanei.

  I ragazzi hanno confessato: volevano provare il brivido del furto  


Ma i carabinieri in borghese li hanno notati e dopo vari appostamenti li hanno colti in flagranza. I ragazzi, in caserma, hanno confessato di aver attuato il piano per sperimentare emozioni e adrenalina e hanno giurato che avrebbero poi abbandonato gli zainetti fuori dal parco. Alcuni non li avevano neanche aperti, non hanno rubato nulla.

Le borse - una ventina in tutto - sono state tutte riconsegnate ai legittimi proprietari, anche loro convocati in caserma. Uno dei derubati, 14 anni, profondamente ferito dalla perdita del suo primo telefonino, ha anche tentato di aggredire uno dei "ladruncoli" quando è stato chiamato a riprendersi il maltolto. Telefonino e viaggio a Gardaland erano stati regalati dai rispettivi genitori per la promozione ricevuta a scuola. Gli otto mariuoli sono stati arrestati per furto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Figli della “Milano bene” ladri per un giorno

MilanoToday è in caricamento