Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Scoperto un pacco bomba destinato a Milano: sventato un attentato degli anarchici greci

L'indiscrezione del Corriere della Sera: anche Milano sarebbe finita nel mirino degli anarchici

Un pacco bomba pronto a partire verso Milano e, naturalmente, pronto ad esplodere. A fermarlo, però, ci ha pensato la polizia greca, che ha intercettato - lo scorso marzo - in un centro di smistamento postale a nord di Atene ben otto ordigni, tra cui proprio quello destinato alla città meneghina. 

Milano, stando a quanto raccontato da Gianni Santucci sul Corriere della Sera, sarebbe finita nel mirino degli anarchici greci della “Ccf” - la cospirazione delle cellule di fuoco -, che lo scorso marzo hanno lanciato la “campagna di fuoco” contro quelli che loro ritengono responsabili della disastrosa situazione economica e finanziaria del paese ellenico. 

Scrive Santucci sul Corriere

“Uno solo di quei pacchi è arrivato a destinazione, ed è esploso sulla scrivania di un’impiegata del Fondo monetario internazionale, a Parigi, il 16 marzo”. 

Giovedì scorso, però, la scena si è ripetuta praticamente identica. Altro pacco bomba, ma altra vittima: l’ex premier greco ed ex presidente della banca centrale greca Lucas Papademos

A quel punto, gli analisti dell’antiterrorismo italiani hanno ripreso in mano il dossier sugli anarchici ed è venuta a galla la notizia sul pacco bomba indirizzato a Milano e fermato lo scorso marzo dalla polizia prima della spedizione. 

Per due mesi la notizia è stata "coperta", ma con il nuovo attentato in Grecia l'attenzione è tornata altissima. 

Racconta ancora Santucci

In questa ondata di spedizioni dello scorso marzo c’era anche il pacco indirizzato in Italia, nella sede milanese di un’agenzia di valutazione internazionale che in passato s’è occupata dell’analisi della situazione finanziaria di Atene.


Sul pacco destinato a Milano ci sono pochi dettagli, ma è molto probabile che fosse stato preparato proprio come quelli che sono andati a segno. Quindi, una busta con un meccanismo pronto ad esplodere all’apertura, un contenuto di polvere per fuochi artificiali e un nome di un politico greco come mittente per superare i controlli. 

Controlli che, fortunatamente, non sono stati superati. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperto un pacco bomba destinato a Milano: sventato un attentato degli anarchici greci

MilanoToday è in caricamento