Cronaca

Primi lavoratori a Palazzo Lombardia: al via le operazioni di trasloco

I primi dipendenti della Direzione generale Sanità della Regione sono da questa mattina al lavoro nei nuovi uffici di Palazzo Lombardia. Avviato il trasloco che si concluderà il 31 gennaio 2011

Già da questa mattina qualcuno sta lavorando nei nuovi uffici di Palazzo Lombardia: 44 i dipendenti della Direzione generale Sanità della Regione che si sono insediati per primi. Sono state avviate le operazioni di trasloco che coinvolgeranno man mano tutte le Direzioni generali della Giunta (l'ultima sarà la Presidenza) fino al 31 gennaio 2011, data prevista per la conclusione degli spostamenti. In occasione dell'avvio dei trasferimenti, il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni si è recato questa mattina in visita agli uffici già operativi nella nuova sede, intrattenendosi per alcuni minuti con il direttore generale della Sanità Carlo Lucchina e con gli altri dipendenti.

"I traslochi - ha spiegato Formigoni - andranno avanti fino a gennaio al ritmo di 40-50 persone al giorno, in maniera del tutto compatibile con la prosecuzione della normale attività di lavoro. L'obiettivo che ci siamo posti è infatti quello di non creare nessuna interruzione alla normale operatività, in modo da garantire tutti i servizi ai cittadini". Nella definizione delle modalità di spostamento si è infatti cercato di ridurre al minimo i tempi morti: dalle 14.00 del giorno precedente vengono disattivati progressivamente i PC e dalle 17.00 le linee telefoniche. Vengono poi spostati gli scatoloni preparati in precedenza. Dalle 8.00 del mattino successivo le persone che si insediano nei nuovi spazi trovano PC e linee telefoniche funzionanti e, entro la giornata stessa dell'insediamento, ricevono gli scatoloni con i loro materiali.

"In questo modo - ha proseguito Formigoni - verranno progressivamente abbandonati i vecchi uffici in affitto sparsi in città. Si tratta di un'operazione vantaggiosa non solo da un punto di vista economico ma anche dal punto di vista
organizzativo. Ci sarà più compattezza, risparmi di tempo, benefici ambientali e grande utilità per cittadini e imprese, che troveranno ciò di cui hanno bisogno in due edifici, il Pirelli e Palazzo Lombardia, che abbiamo voluto comunicanti tra loro". Dopo aver sottolineato la facilità di accesso per i disabili e la trasparenza dell'edificio, Formigoni ha ricordato la prossima apertura degli spazi pubblici ai primi piani del complesso. "Vogliamo - ha detto - che sia un palazzo vivo, un richiamo per la città, in cui le persone possano venire per 24 ore al giorno".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primi lavoratori a Palazzo Lombardia: al via le operazioni di trasloco

MilanoToday è in caricamento