rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Cronaca

Mense dei poveri: non si può donare il pane del giorno prima

La denuncia di Valter Molinaro (Coop Lombardia): le Asl lo vietano tranne quella di Bergamo

I supermercati non possono donare il "pane del giorno prima" alle mense dei poveri. La denuncia è di Valter Molinaro, un passato da consigliere comunale del Pds a Milano (oggi è coordinatore di Sel per la zona 8) e responsabile del progetto Buon Fine di Coop Lombardia. La legge in teoria lo permetterebbe, tuttavia a discrezione dell'Asl. E in Lombardia, secondo quanto afferma Molinaro, solo l'Asl di Bergamo lo consente materialmente.

La legge che consente alle Onlus di ritirare i prodotti in eccedenza di ristoranti e supermercati, soprannominata "Legge del buon samaritano", risale al 2003. Ma - denuncia Molinaro - gli intoppi burocratici sono enormi: moduli da compilare ogni volta che una Onlus ritira merce da un supermercato, e in caso di prodotti non alimentari anche una comunicazione preventiva - da parte del supermercato - all'agenzia entrate e alla guardia di finanza con raccomandata a/r. Preventiva: dunque il supermercato deve prevedere in anticipo la merce in eccedenza. Insomma, la burocrazia ci si mette di mezzo anche nella solidarietà.

E poi, appunto, la questione del pane del giorno prima. Perfettamente utilizzabile ma non donabile secondo il giudizio di molte Asl in tutta Italia tra cui tutte quelle lombarde eccetto Bergamo. "Finché non sarà possibile la cessione gratuita di questo e altri simili prodotti, una parte consistente di alimenti perfettamente utilizzabili continuerà ad essere destinata a rifiuto, privando un alto numero di persone indigenti di un potenziale pasto gratuito", scrive Molinaro in un documento consegnato al ministero dell'ambiente.

Nel 2013 soltanto Coop Lombardia ha ceduto a 67 Onlus 547 tonnellate di cibo, per un valore di circa tre milioni di euro: cibo che ha sfamato circa 3.500 persone al giorno anziché finire nella spazzatura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mense dei poveri: non si può donare il pane del giorno prima

MilanoToday è in caricamento