rotate-mobile
Cronaca

Tangenti: chiesto il rinvio a giudizio per Paolo Maldini

Il pm di Milano Paola Pirotta ha chiesto il rinvio a giudizio per l'ex capitano del Milan Paolo Maldini, accusato di corruzione e accesso abusivo a sistema informatico

Paolo Maldini, l'ex capitano del Milan, è accusato di corruzione accesso abusivo a sistema informatico nell'ambito di una inchiesta che vede coinvolte numerose altre persone per pratiche illecite relative all'ottenimento di trattamenti fiscali più favorevoli.. Ora il pm di Milamo Paola Pirrotta ha richiesto per l'ex giocatore il rinvio a giudizio.
Nell'inchiesta, avviata tempo fa e proseguita con arresti a più riprese, che coinvolge diversi dipendenti dell'Agenzia delle Entrate e commercialisti, figurano una quarantina di indagati, alcuni dei quali hanno già patteggiato in fase di indagine.

Secondo l'accusa, Paolo Maldini avrebbe versato soldi e altre "utilità" al funzionario dell'Agenzia delle entrate, al quale si sarebbe rivolto anche per acquisire dati riservati su un socio, nell'ambito di un'operazione immobiliare che voleva portare a termine; il tutto per per evitare controlli fiscali. In particolare, Maldini fino al 23 giugno del 2009 avrebbe corrotto Bressi con somme di denaro per garantirsi, stando alle indagini "'l'esenzione di controlli fiscali da parte dell'ufficio di Milano 1" dell'Agenzia delle entrate, offrendogli, come contropartita, non solo "l'onorario per lo studio (circa 40 mila euro annui)" ma anche la "procura speciale" della loro società, la Velvet Sas, "da cui scaturivano ingenti corrispettivi 'in nero' (somma non inferiore a 185 mila euro)".
Tramite Bressi, inoltre, l'ex capitano rossonero, secondo la procura di Milano, avrebbe acquisito "dati riservati" all'anagrafe tributaria (di qui l'accusa di accesso abusivo a sistema informatico) sul conto di Alessandro P.B., che faceva parte di una società nella quale l'ex calciatore sarebbe voluto entrare per portare a termine un'operazione immobiliare in Toscana. A carico dell'ex calciatore c'erano anche alcune intercettazioni, mentre la moglie, Adriana Fossa, era accusata solo di corruzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tangenti: chiesto il rinvio a giudizio per Paolo Maldini

MilanoToday è in caricamento