In fuga con la Porsche dopo l'assalto in banca, carabinieri sparano: ferito uno dei banditi

È successo a Parabiago, quattro malviventi sono scappati: uno è stato arrestato

Immagine repertorio

Una cassaforte in mezzo alla strada, una Porsche Carrera 996 devastata dallo schianto, tre bossoli sull'asfalto e un bandito con un proiettile di pistola conficcato in pancia. Notte da far-west quella tra giovedì e venerdì 2 ottobre a Parabiago (hinterland Nord-Ovest di Milano) teatro di un colpo in banca e di una sparatoria a due passi dal Municipio.

Il colpo in banca

Tutto è iniziato alle 3 del mattino quando un commando composto da cinque banditi ha spaccato le vetrate della filiale Unicredit di via Amerigo Vespucci. Una volta dentro i malviventi hanno collegato delle funi metalliche al bancomat, le hanno agganciate a furgone e poi hanno sradicato la cassaforte. Stavano scappando — preceduti da un complice con una Porsche — trascinando la cassaforte per strada ma dopo 800 metri (in via Santa Maria) i cavi di metallo si sono rotti e il forziere è rimasto in mezzo alla strada. 

Proprio in quel momento i banditi si sono trovati di fronte una pattuglia dei carabinieri della compagnia di Legnano, intervenuti sul posto dopo la telefonata di un residente che aveva capito quello che era successo.

La sparatoria davanti al municipio

In una manciata di secondi sono scesi dal furgone e sono tutti saliti sulla Porsche. La coupé aveva tutte le vie di fuga sbarrate: dietro il furgone e la cassaforte, davanti la pattuglia dei carabinieri. Il guidatore ha quindi spinto a tavoletta sull'acceleratore puntando contro i carabinieri "con il chiaro intento di speronarli", hanno fatto sapere da via della Moscova.

In un attimo uno dei militari ha impugnato la pistola d'ordinanza e sparato tre volte verso i banditi. Uno dei proiettili ha trapassato le lamiere e si è conficcato nel fianco sinistro di un malvivente, poi la Carrera è andata a schiantarsi contro un'auto parcheggiata.

Quattro ladri sono riusciti a scappare facendo perdere le proprie tracce. Il quinto, ferito e sanguinante, è stato bloccato e soccorso prima dai carabinieri e poi dal personale del 118. Il 28enne, italiano di etnia rom, è stato trasportato al pronto soccorso dell'ospedale di Legnano dove è stato medicato. Per lui sono scattate le manette. 

La cassaforte della banca, integra, è stata recuperata; secondo quanto trapelato i malviventi non sarebbero riusciti a impossessarsi neanche di una banconota. Il furgone e la Porsche, invece, sono risultati rubati. Sul caso sono in corso indagini, qualche informazione utile per le indagini potrebbe arrivare dalle telecamere a circuito chiuso della zona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • Milano, festa al parchetto con gli amici: mix di alcol e droga, ragazzina 16enne in coma

  • Vitamina D, che cosa mangiare per farne il pieno

  • Covid, Milano si sveglia in zona arancione: riaprono i negozi. Galli: "Scelta politica"

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

Torna su
MilanoToday è in caricamento