Cronaca

Marciapiedi invasi dalle auto: lettera aperta di un milanese a Pisapia e Moratti

Un lettore denuncia lo stato in cui versano i marciapiedi del capoluogo lombardo: sono invasi da decine di migliaia di automobili. E scrive a Pisapia e Moratti: "Le scelte dell'amministrazione sul trasporto privato sono state fallimentari"

I marciapiedi di Milano sono invasi da decine di migliaia di automobili. A denunciare l'invasione delle quattroruote nel capoluogo lombardo un lettore che ha anche realizzato diverse foto che testimoniano quanto da lui affermato. Secondo il nostro lettore lo stato in cui versano i marciapiedi di Milano sarebbe la prova lampante del fatto che il modello sul trasporto privato adottato dall'amministrazione del capoluogo lombardo ha fallito.

“Fare nuovi parcheggi non fa altro che aiutare chi usa l'automobile, aumentare il traffico e peggiorare la situazione”, scrive nella sua lettera di denuncia Massimo M.. “E' arrivato il momento di decidere se Milano vuole essere una città per le automobili o una città per i suoi cittadini”, conclude.

Massimo ha anche scritto al sindaco di Milano, Letizia Moratti e al candidato sindaco del centrosinistra Giuliano Pisapia per segnalare il problema e chiedere loro di rispondere a 6 domande. Di seguito ve le proponiamo integralmente.


1. Vi capita mai di mettere il naso fuori dall'Italia?
Avete mai visto automobili - decine di migliaia di automobili! - parcheggiate sui marciapiedi come a Milano? Io no. Io non l'ho mai visto in nessuna città d'Europa; non l'ho mai visto negli Stati Uniti; o in Argentina, o in Brasile...

2. Siete d'accordo con me se dico che una città in cui le  automobili sono parcheggiate ovunque fa immediatamente  capire che chi possiede un'automobile, poco importa se da 10,000 Euro o da 100,000 Euro, è più importante di chi va a  piedi, paga 1 Euro per i mezzi o usa una bici da 100 Euro?

3. Siete d'accordo con me se dico che a Milano ci sono  semplicemente troppe automobili, e questo addirittura anche prima di e indipendentemente da qualunque problema di inquinamento, e che quindi nessun eventuale e improbabile passaggio alle auto elettriche risolverà la cosa?

4.
Siete d'accordo con me se dico che fare nuovi parcheggi  non fa altro che aiutare chi usa l'automobile, aumentare  il traffico e peggiorare la situazione, e che è arrivato  il momento di decidere se Milano vuole essere una città  per le automobili o una città per i suoi cittadini?

5. Siete d'accordo con me se dico che che il modello basato  sul trasporto privato ha fallito, o pensate che le automobili siano state progettate per stare in coda a 10 km/ora tutte le mattine e tutte le sere? Non è uno spreco? Non pensate che ci debba essere un modo migliore di fare le cose?

6. Siete d’accordo con me se dico che siamo arrivati al punto in cui la situazione è tale che va cambiato profondamente il modello di  trasporto, iniziando per la prima volta nella storia a fare degli interventi non a favore delle ma contro le automobili, e restituire  la città al trasporto pubblico e ai cittadini?

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marciapiedi invasi dalle auto: lettera aperta di un milanese a Pisapia e Moratti

MilanoToday è in caricamento