Cronaca

Trezzo, perquisizioni della polizia negli uffici del Parco Adda Nord: indagati tre dirigenti

Nel mirino della procura Giuseppe Luigi Minei, Alex Giovanni Bani e Francesca Moroni

Immagine repertorio

Tre dirigenti indagati e perquisizioni della polizia negli uffici. È successo nella mattinata di venerdì 22 settembre nella sede del "Parco Adda Nord" a Trezzo sull'Adda dove gli agenti della Questura di Milano, su ordine del pm Giovanni Polizzi, stanno passando al setaccio tutte le carte presenti negli schedari e nelle abitazioni dei tre dirigenti indagati: Giuseppe Luigi Minei, il suo vice Alex Giovanni Bani e la funzionaria Francesca Moroni.

Parco Adda Nord: le accuse ai dirigenti

Giuseppe Luigi Minei è indagato per turbativa d'asta, reato che riguarderebbe l'assunzione della di Francesca Moroni nell'ente pubblico. La donna, alle dipendenze del comune di Trucazzano, avrebbe ottenuto un posto nel settore urbanistica del parco grazie alla delibera di una commissione di cui Minei fa parte. Alex Luigi Bani, invece, è accusato di truffa per un finanziamento di oltre 48mila euro ottenuto dall'ente per la realizzazione di un call center, mai avvenuta. 

Le perquisizioni, inoltre, hanno lo scopo di approfondire un fatto singolare: capire perché una multa da un milione e mezzo di euro comminata a una società privata che gestice una cava del parco sia stata ridotta a poche decine di migliaia di euro. Uno sconto poco chiaro. E i magistrati indagano. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trezzo, perquisizioni della polizia negli uffici del Parco Adda Nord: indagati tre dirigenti

MilanoToday è in caricamento