menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le giostre del 2013 (Fb, comitato parco libero)

Le giostre del 2013 (Fb, comitato parco libero)

Giostre e divertimenti, appello a Pisapia: "Non al parco Sempione"

Una lettera firmata da comitati locali e associazioni ambientaliste per chiedere che il parco venga "salvato" dalle strutture per divertimenti: nel 2013 rimasero 6 settimane

Con l'arrivo del carnevale ambrosiano, arrivano anche le giostre: strutture che però non fanno piacere ad alcuni. Soprattutto quelle che, ogni anno, vengono installate al parco Sempione. Così, alcune associazioni ambientaliste hanno scritto al sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, per invitarlo a cambiare rotta, nel segno della visione di Milano più verde.

Legambiente, Wwf e Italia Nostra: ma anche il Fai e due comitati di zona. L'idea è quella di impedire che il parco diventi, come sempre più spesso accade, una specie di contenitore di divertimenti di vario genere. L'iniziativa viene riportata dal Corriere e si fonda (anche) sui due vincoli, quello monumentale e quello ambientale, posti sul parco dalla sovrintendenza, che sembrano incompatibili con le macchine del divertimento.

I comitati parlano, nel 2013, di 58 strutture installate per un totale di sei settimane di "occupazione", con tanto di passaggi di tir e auto per montare e smontare tutto. La richiesta è quella di pensare ad altri spazi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento